NEUER MARKT: QIAGEN, +45% UTILE NETTO NEL 2000

20 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

L`impresa biotech tedesco-olandese Qiagen ha comunicato questa mattina i suoi risultati di bilancio relativi al quarto trimestre e all`intero esercizio 2000, riportando un utile netto in crescita del 45% nel 2000.

Alla borsa di Francoforte, però, il titolo perde il 7% a €32.

Nel quarto trimestre il fatturato è cresciuto rispetto allo stesso periodo dello scorso anno del 29% a $55,8 milioni, mentre il margine lordo operativo ha registrato un aumento del 34% a $11 milioni. L`utile per azione ha raggiunto 5 centesimi per azione (+25% rispetto al 1999).

L`esercizio 2000 è stato chiuso con un fatturato in crescita rispetto allo scorso anno del 29% a $204 milioni ($158,2 milioni nel 1999), mentre l`utile netto è aumentato del 45% a $20,1 milioni ($13,9 milioni nel 1999). L`utile per azione ha raggiunto 14 centesimi, vale a dire +40% rispetto ai 10 centesimi per azione del 1999.

Nonostante i risultati abbiano corrisposto alle stime di Morgan Stanley Dean Witter e l’agenzia stampa Reuters abbia comunicato che questi siano migliori delle previsioni della maggior parte degli analisti gli investitori li hanno accolti, in una prima reazione, negativamente.
(Vedi Neuer Markt: Qiagen, regina del biotech europeo)