Nessuno guadagnera’ piu’ come prima, sui mercati finanziari

1 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Altro che ritorni a doppia cifra. Gli investitori, grandi e piccoli, dovranno abituarsi a rendimenti ben piu’ contenuti di quelli cui ci si era abituati negli ultimi anni. Lo sostiene Bill Gross, il money manager di Pimco, il fondo obbligazionario piu’ grande al mondo.

Qualche esempio? Se si mettono in portafoglio titoli di stato, ci si deve aspettare “un rendimento del 2.5% mentre per le azioni la media e’ al 2% o anche meno”. Niente piu’ guadagni intorno al 12% per l’azionario o dell’8% per i fondi pensione

Nel suo Investment Outlook di ottobre, l’investitore ha scritto che i ritorni sugli investimenti saranno “ben al di sotto” della media storica. Persino i gestori di hedge fund dovranno rassegnarsi a “un futuro a singola cifra” riferendosi all’ampiezza percentuale dei guadagni.

D’altra parte, ha fatto notare Gross, i rendimenti dei titoli di stato sono “anemici” a causa di basse aspettative sulla crescita del Pil e sull’inflazione delle economie sviluppate.
E’ questo scenario, insomma, cio’ che caratterizzera’ il cosiddetto “new normal”, basato su operazioni di deleveraging. L’unica cosa che potrebbe crescere a doppia cifra, ha spiegato il gestore, “sono i deficit di bilancio in rapporto al Pil”. Prevedendo un nuovo intervento di quantitative easing, Gross spera che il settore privato possa spendere tutto la moneta che verra’ stampata a un ritmo piu’ veloce del richiesto per spingere investimenti e consumi. Per il momento pero’ sugli Stati Uniti resta lo spettro del Giappone, ha aggiunto Gross.