NEO-ILLUMINISMO: L’ITALIA DEGLI ATEI
SI MOBILITA
NEL NOME DI DARWIN

30 Gennaio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Riscoprire l’Illuminismo: è uno degli obiettivi che si pone l’Unione degli atei e degli agnostici razionalisti (Uaar), associazione che ha nel suo comitato di presidenza personaggi come Margherita Hack, Carlo Flamigni, Danilo Mainardi, Laura Balbo, Piergiorgio Odifreddi. A Venezia l’associazione ha programmato da febbraio cinque incontri su Scienza, Ragione, Laicità. A Verona si terranno alcune conferenze su “Religione, morale e diritto”.

Ma l’impegno principale per gli atei italiani è l’organizzazione del Darwin Day, che tradizionalmente si tiene intorno alla data del 12 febbraio, anniversario della nascita di Charles Darwin. Iniziative sono annunciate a Bologna (incontro sulla bioetica con Giorgio Celli e Carlo Flamigni), Catania (“evoluzionismo contro creazionismo”), Firenze (“Ernst Mayr e il dibattito sull’evoluzione”), Genova (conferenza su “Evoluzione e dintorni. L’evoluzione e l’etica della scimmia nuda”, con il prof. Franco Ajmar, docente di Genetica medica), Roma, Torino e in una decina di altre città.

Hai gia’ provato le quotazioni in tempo reale e il book a 15 livelli dei 3200 titoli NASDAQ e dei 2764 titoli NYSE? Non morire di noia con le 299 azioni di Borsa Italiana, scopri le eccezionali performance di BOOK NASDAQ, clicca su INSIDER

Agli incontri partecipano filosofi, medici, scienziati, letterati. Da tempo il mondo anglosassone commemora la nascita di Charles Darwin. Per l’Italia è una novità recente, introdotta nel 2004 su iniziativa dell’Uaar e delle Librerie Feltrinelli.

Copyright © La Repubblica per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved