National Grid crolla dopo annuncio aumento capitale, bene conti

20 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La utility britannica National Grid si conferma il peggior titolo del FTSE 100 in mattinata, con perdite nell’ordine del 6% a 581p per azione, dopo aver annunciato un aumento di capitale del valore di 3,3 mld di sterline, con l’intento di reperire le risorse necessarie ad ammodernare le infrastrutture. La società, infatti, ha annunciato un forte aumento delle spese in conto capitale in occasione della pubblicazione dei risultati. I conti sono apparsi positivi, evidenziando un aumento dell’utile del 47% a 1,39 mld di sterline, mentre il risultato operativo mostra un incremento del 7% a 3,12 mld, in linea con le attese. L’aumento di capitale prevede l’assegnazione di un diritto all’acquisto di due nuove azioni ogni cinque azioni possedute ad un prezzi di 335p, che offre uno sconto del 44% rispetto ai prezzi di ieri.