NASDAQ: COME INVESTIRE CON UN P/E COSI’ ALTO

2 Dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il Price/Earnings (rapporto prezzo/utili) dell’indice Nasdaq, dopo i crolli delle ultime settimane si e’ fortemente ridimensionato. Ma e’ cessato l’allarme per gli investitori?

No. Perche’ a fine novembre il P/E del Nasdaq Composite e’ ancora attestato a livelli di molti multipli superiori a quelli dei piu’ importanti indici di mercato azionario in America, lo Standard & Poor’s 500 e il Dow Jones Industrials.

L’ultima rilevazione ufficiale del Price/Earnings del Nasdaq, risalente a fine ottobre, era di 139,1.

Ma giovedi’ scorso, 30 novembre, dopo un mese di continui ribassi (-20% circa dal giorno delle elezioni presidenziali Usa tenutesi il 7 novembre) il P/E del Nasdaq e’ sceso a quota 107.

Il calo c’e’ stato, si’, ma si tratta ancora di valori quintupli, piu’ o meno, rispetto al Price/Earnings degli indici S&P 500 e Dow Jones, attestati ambedue comodamente sotto quota 20.

Il Nasdaq Composite il 10 marzo scorso aveva raggiunto il picco assoluto di quota 5.048, e un P/E superiore a 242.

Alla chiusura di fine novembre, a quota 2.597, anche se l’indice ha perso il 48,5% dal picco, il P/E risulta ancora pericolosamente alto.