NASDAQ CHIUDE CON TONFO (-5,8%) SU TIMORI UTILI

10 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Lunedi’ le borse americane hanno mostrato un andamento a due velocita’, con il mercato dell’high-tech penalizzato da realizzi di profitto e con il mercato allargato sostenuto soprattutto dai titoli bancari grazie a due nuove fusioni.

La dinamica del mercato oggi ha ribaltato la direzione della sessione precedente: venerdi’ scorso, il Dow Jones aveva infatti chiuso in lieve calo dello 0,03%, mentre il Nasdaq Composite Index ha chiuso in rialzo del 4.2%.

Il Nasdaq Composite ha, in fine sessione, segnato una perdita di 258 punti, la seconda maggior perdita giornaliera in termini di punti nella storia dell’indice.

In particolare, sull’high-tech lunedi’ hanno pesato diversi fattori:

– alcune valutazioni sul trend correttivo del Nasdaq diffuse dalla banca d’investimenti Merrill Lynch (vedi storia WSI).

– la notizia che uno dei principali ”incubators” negli Usa ha deciso di abbandonare il settore del business-to-business su Internet. (vedi ”eye-popping” WSI).

– la notizia che i legali che rappresentano il dipartimento della Giustizia Usa nel processo contro Microsoft (MSFT) stanno considerando di chiedere al tribunale di privare il gigante del software dei diritti su Internet Explorer. (vedi ”analyze this” WSI).

– il titolo di Celera Genomics Group (CRA) ha registrato una brusca caduta del 17%, trascinando al ribasso con se’ il settore biotech, dopo che dalla comunita’ scientifica alcuni hanno sostenuto che il “progetto genoma” sia ben lungi dall’essere completato. (vedi storia WSI).

Il mercato rappresentato dal Dow Jones Industrial Average ha invece trascorso la giornata in rialzo, sospinto specialmente dalle ultime notizie di fusioni bancarie:

Chase Manhattan Corp. (CMB) sarebbe vicina ad annunciare un piano di acquisizione per la banca britannica Robert Fleming Holdings Ltd. per una cifra compresa tra i $7 e gli $8 miliardi, secondo il Wall Street Journal. (vedi storia WSI).

Wells Fargo (WFC) ha annunciato un piano di fusione con la First Security (FSCO). (vedi storia WSI).

Da un punto di vista tecnico, secondo gli analisti questa settimana dovrebbe continuare a svolgersi come un periodo di consolidamento. Alla fine del trimestre il settore high-tech si trovava virtualmente piatto rispetto all’inizio dell’anno, mentre di solito il secondo e il terzo trimestre sono caratterizzati da transazioni di consolidamento.

Dal punto di vista dei fondamentali, il mercato potrebbe trovare direzione per martedi’ nell’annuncio, questo pomeriggio dopo la chiusura di borsa, di diversi utili trimestrali, tra cui Motorola (MOT) per l’high-tech; Biogen Inc. (BGEN) e Amgen Inc.(AMGN) per il biotech.

(verificare chiusure INDICI Dow Jones, Nasdaq, S&P 500, Russell 2000 e Wilshire 5000 in prima pagina).

Tra i principali titoli che hanno movimentato la giornata lunedi’:

Nell’high-tech Microsoft (MSFT) ha ceduto terreno nonostante sta andando in porto l’acquisizione del 60% del primo operatore di tv via cavo giapponese. A pesare sulla societa’ di Bill Gates sono ancora una volta le notizie sul fronte giudiziario: l’antitrust potrebbe chiedere al giudice di obbligare Microsoft a distribuire pubblicamente i codici di programmazione di Explorer, il browser per la navigazione su Internet. (vedi storia WSI).

Intel (INTC)ha guadagnato invece terreno dopo l’annuncio di un investimento da 6 miliardi di dollari per aumentare la propria capacita’ produttiva. La societa’ di Santa Clara (California) si attende infatti una domanda record di chip per l’anno in corso. (vedi storia WSI).

In leggera flessione il colosso aerospaziale Boeing Co. (BA) dopo le notizie su trattative in corso per l’acquisizione dell’inglese BAE, un’operazione valutata circa 46 miliardi di dollari. (vedi storia WSI).

La caduta dei prezzi petroliferi ha contribuito alla perditA dell’1,57% del titolo Exxon Mobil (XOM). Il greggio ha raggiunto oggi al New York Merchantile Exchange il livello piu’ basso degli ultimi tre mesi. (vedi storia WSI).

Il raffreddamento dei prezzi petroliferi ha invece dato impulso al settore dei trasporti: il vettore American Airlines (AMR) ha guadagnato lo 0,72%, mentre United Airlines (UAL) lo 0,99%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York Stock Exchange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singolin titoli):

(CPQ) Compaq Computer Corporation 10,194,500 30.125 +0.250 +0.84%;

(CNC) Conseco, Inc. 9,392,200 8.313 +1.063 +14.66%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 9,006,400 21.438 -1.063 -4.72%;

(PFE) Pfizer Inc 8,963,700 39.438 +0.625 +1.61%;

(AOL) America Online, Inc. 7,613,200 68.813 +0.063 +0.09%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 6,569,500 58.875 -0.750 -1.26%;

(C) Citigroup Inc. 6,146,000 61.688 +2.688 +4.56%;

(JCP) J. C. Penney Company, Inc. 5,579,600 14.875 +0.938 +6.73%;

(WFC) Wells Fargo & Company 4,446,000 39.000 -0.750 -1.89%;

(AMD) Advanced Micro Devices, Inc. 4,373,200 78.250 +2.750 +3.64%

Qui di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York Stock Exchange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singolin titoli):

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 20,760,000 75.688 +0.750 +1.00%;

(MSFT) Microsoft Corporation 15,858,100 86.688 -2.375 -2.67%;

(INTC) Intel Corporation 11,971,300 137.063 +0.250 +0.18%;

(ORCL) Oracle Corporation 11,853,400 86.000 -1.125 -1.29%;

(PMTC) Parametric Technology Corporation 11,853,600 12.063 +0.813 +7.22%;

(WCOM) MCI WorldCom, Inc. 11,450,400 43.063 +0.313 +0.73%;

(DELL) Dell Computer Corporation 10,225,300 55.875 +0.688 +1.25%;

(GBLX) Global Crossing Ltd. 8,877,300 35.063 -2.125 -5.71%;

(SUNW) Sun Microsystems, Inc. 8,227,200 95.500 -3.313 -3.35%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 6,637,800 119.125 -2.750 -2.26%