NASCE LA PRIMA RADIO SATELLITARE EUROPEA

4 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 4 mag – E’ nata la radio satellitare immune da interferenze. L’hanno ideata e realizzata un gruppo di esperti dell’Agenzia spaziale europea (ESA) nell’ambito del progetto Ku-Band for Multimedia to Vehicles sfruttando i satelliti televisivi che stanno per andare in pensione. “I satelliti -spiega Rolv Midthassel, coordinatore del progetto e ingegnere delle comunicazioni all’ESA- hanno svolto il loro compito generando introiti per moltissimi anni; questo supplemento di vita è un bonus ed è possibile assicurarseli in maniera economica”. Ecco come funziona. Il sistema converte i segnali ricevuti via satellite in file digitali, che vengono salvati su un disco fisso, ad esempio un podcast, rendendo possibile l’ascolto dei programmi in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo, senza perdere il segnale a causa delle gallerie. Gli utenti possono usare il ricevitore satellitare con registratore digitale su disco fisso per preprogrammare, registrare e ascoltare la radio via satellite, o richiedere i video e la musica desiderati. “La prossima tappa -annuncia Midthassel- dovrebbe essere la creazione di un prodotto; l’iniziativa a tale proposito spetterà tuttavia all’industria”.