NASCE IN TOSCANA LA FILIERA DEL CAMPER

13 Luglio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Firenze, 13 lug – Forse non è noto, ma l’80% della produzione italiana di camper, un terzo di quella esportata all’estero, si svolge in Val d’Elsa e in Val di Pesa, tra Siena e Firenze. L’attività ha un valore di circa 600 milioni di euro l’anno e occupa, con l’indotto, circa 3 mila persone. Una situazione “fotografata” dal protocollo d’intesa firmato questa mattina e che prevede la nascita della “filiera del camper”. L’obiettivo principale è sviluppare le infrastrutture, la logistica, la ricerca e la formazione. La firma del protocollo tra gli enti locali consoliderà la rinascita di un’ampia zona manifatturiera, storica, tra i due territori con un nuovo modello di sviluppo economico sostenibile. La Provincia di Siena ha già provveduto a stanziare un fondo di 500mila euro. Il protocollo prevede l’impegno a migliorare la viabilità e a realizzare uno snodo ferroviario dedicato ed attrezzato. E inoltre: copertura con rete a banda larga, attivazione di servizi creditizi, collaborazione con le Università toscane per incentivare ricerca e innovazione del settore.