MUTUI: AVVIO LAVORI INTENSO PER IL FINANCIAL STABILITY FORUM

26 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

Tre ore di intensa discussione, invece delle due inizialmente previste, alle quali è seguita una cena, in previsione della seconda e ultima giornata di lavori: il Financial Stability Forum (Frf), presieduto dal governatore di Bankitalia Mario Draghi, si avvia a completare l’analisi sulle turbolenze dei mercati finanziari globali, partita dagli Stati Uniti in connessione alla crisi dei mutui subprime e propagatasi a livello internazionale. “La riunione è molto interessante”, spiega uno degli oltre 50 partecipanti, al termine della prima sessione organizzata nel palazzo del 1922 della Federal Reserve Bank di New York, in Liberty Street, a due passi da Wall Street, cuore della finanza mondiale.

“C’é tanta gente da ascoltare che conosce molto bene i mercati”, aggiunge un altro partecipante, prima di prendere parte al cocktail e alla cena organizzata nel salone di rappresentanza dello stesso edificio Fed. La sede scelta per l’appuntamento semestrale dell’Fsf, iniziativa creata nel 1999 su indicazione del G7 per promuovere cooperazione e coordinamento tra autorità internazionali e nazionali di vigilanza sui mercati con azioni di stabilità bancaria e finanziaria, sembra quanto mai appropriata, visto che nel mirino sono innanzitutto i bilanci delle grandi istituzioni creditizie di Wall Street per capire la loro reale esposizione verso il settore subprime. Sul tavolo del vertice, una serie di proposte operative che dovranno essere formalizzate in un rapporto specifico, pronto per l’esame da parte del prossimo vertice G7 finanziario del 19 ottobre, in programma a Washington, che cade come di consueto con le assemblee annuali di Fmi e Banca Mondiale.

Il primo milione (di euro) e’ sempre il piu’ difficile. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

I lavori si concluderanno ufficialmente alle 19 di oggi (ora di New York, cioé piena notte di giovedì in Italia), con la diffusione di un comunicato da parte del Financial Stability Forum di riassunto delle argomentazioni esaminate. Stando alla nota diffusa martedì, infatti, l’FSF anticipa che oggetto di discussione sono le recenti difficoltà del sistema finanziario internazionale, nonché i progressi fatti sulle iniziative per seguire le raccomandazioni contenute nel suo rapporto ‘Highly Leverage Institutions Update’ dello scorso maggio e per promuovere il miglioramento nei centri finanziari offshore.(ANSA).