Musk su Twitter: “compro il Manchester United, anzi no”

17 Agosto 2022, di Leopoldo Gasbarro

Ormai sta diventando un gioco. Elon Musk, il fondatore di Tesla, l’uomo più ricco al Mondo si diverte a dire tutto e il contrario di tutto. Annuncia acquisti e poi li smentisce, consapevole della forza dei suoi teweet. Gioca a fare il bello ed il cattivo tempo.

Così proprio ieri con il tweet che leggete sotto, prima parla del suo posizionamento politico, poi come se fosse una piccola dimenticanza sottolinea…”C’è dell’altro.. sto comperando il Manchester United”

 

Il ManUnited non è una squadretta di una provincia qualunque. Si tratta di uno dei club più blasonati e prestigiosi al mondo e che sta vivendo un momento di difficoltà dal punto di vista sportivo. Dopo le prime due giornate di campionato inglese è a zero punti in fondo alla classifica. Domenica scorsa ne ha prese quattro in casa del Brentford scatenando polemiche ed ire dei tifosiabituati a ben altro.

Ma lo United è pur sempre la squadra di Cristiano Ronaldo è pur sempre la squadra di sir Alex Ferguson, è pur sempre una delle squadre più seguite sulla faccia della terra. A livello nazionale il club si è aggiudicato 20 campionati (record assoluto), 12 Coppe d’Inghilterra5 Coppe di Lega e 21 Supercoppe d’Inghilterra (record).

A livello internazionale ha vinto 3 Coppe dei Campioni/Champions League, una Europa Leagueuna Coppa delle Coppeuna Supercoppa europeauna Coppa Intercontinentale e una Coppa del mondo per club FIFA (unico club inglese ad avere vinto sia l’Intercontinentale che il mondiale per club, la vittoria di quest’ultimo è condivisa con il Liverpool). Insieme alla Juventus, all’Ajax, al Bayern Monaco e al Chelsea, è una delle cinque squadre che hanno conquistato almeno una volta tutte e tre le principali competizioni europee per club e, insieme alle squadre su menzionate, almeno una volta tutte le competizioni UEFA a cui ha partecipato. È, inoltre, tra le sette squadre d’Europa che sono riuscite a centrare il Triplete, ossia la vittoria del campionato, della coppa nazionale e della UEFA Champions League nella stessa stagione (nel 1998-1999).

Così, quasi tra il serio e il faceto, quando Elon Musk scrive, sto comprando il Manchester United, è normale che in pochi minuti si scateni una rete di voci e commenti. E provate ad immaginare cosa accade nella testa di un tifoso che, dopo aver subito l’onta di Brentford, pensa di aver trovato la pietra filosofale per riportare ai fasti del recente passato la sua squadra del cuore.

Ma poi arriva un altro tweet di Elon Musk che scrive: “ho scherzato non sto comprando nessuna squadra di calcio”.

E’ giusto che si possa fare così? 

 

A proposito non dimentichiamoci che il Manchester United è anche quotata in borsa, una cosa non da poco per quello che potrebbe accadere al titolo alla riapertura dei listini. Resta un dato di fatto che è un tweet di Elon Musk può orientare il mondo, e questo dovrebbe far riflettere un po’ tutti, soprattutto Elon Musk.