MURDOCH: GIORNALI IN CRISI, ECCO LA SOLUZIONE

3 Aprile 2009, di Redazione Wall Street Italia

Rupert Murdoch, proprietario di New York Post, Times di Londra e del Wall Street Journal – uno dei pochi quotidiani americani che fa pagare l’accesso alle proprie pagine sul web – ha dichiarato oggi che anche gli altri giornali dovranno adeguarsi per sopravvivere alla crisi strutturale del sistema.


Murdoch che dal 2007 è capo di Dow Jones & Co, il gruppo editoriale cui appartiene il principale quotidiano economico americano, ha sottolineato – nel corso del programma televisivo Cable Show – come la pubblicità online, in cui la maggior parte degli editori Usa confidano quale panacea alla costante riduzione delle entrate derivanti dalla pubblicità sulle versioni cartacee dei giornali, non basta a coprire tutti i costi.
«La gente legge le notizie gratis su Internet, questo deve cambiare» ha detto il magnate australiano dell’editoria, rivelandom poi di stre investendo con i suoi partner in un dispositivo portatitle – simile a Kindel di Amazon.com e Reder di Sony, ma con uno schema più grande – per permettere alla gente di leggere versioni elettroniche dei quotidiani.
Murdoch si è anche scagliato contro i motori di ricerca come Google e Yahoo, mettendo in dubbio il diritto di questi di intascare i proventi derivanti dalla pubblicit presente sui siti cui rimandano.