Mse, dal 26 al 28/4 giornata mondiale proprietà intellettuale

20 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Valorizzare, promuovere e diffondere l’enorme valore della proprietà intellettuale per favorire lo sviluppo, la crescita e la competitività del Sistema Paese. Questo l’obiettivo degli eventi organizzati dalla Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione–Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del Ministero dello Sviluppo Economico che, dal 26 al 28 aprile, accompagneranno la celebrazione della «Giornata Mondiale della Proprietà Intellettuale», legata quest’anno al 40° anniversario dell’istituzione dell’Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale-OMPI. «’Innovation-linking the world’ è lo slogan che farà da filo conduttore dell’evento e che mira ad incoraggiare l’attività creativa e la protezione della proprietà intellettuale nel mondo, puntando sull’innovazione come primo valore», ha dichiarato l’avvocato Loredana Gulino, Direttore Generale Lotta alla Contraffazione–Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del Ministero dello Sviluppo Economico. Brevetti, invenzioni, marchi e modelli saranno i protagonisti degli eventi delle tre giornate e ripercorreranno un percorso battuto con successo dalla Direzione Generale del ministero di Claudio Scajola nel campo della promozione della proprietà intellettuale. Il deposito delle domande, infatti, fa segnare un trend molto positivo nel 2009; su tutti, un rilevante +4,5% per i modelli di utilità, con Lombardia capolista (550), seguita da Piemonte (258), Lazio (246), Veneto (231) ed Emilia Romagna. Sul fronte delle invenzioni, che segnano un +2%, si conferma il primato per Lombardia (2942), seguita da Emilia Romagna (1518), Piemonte (1116), Veneto (1289) e Lazio (745). «L’incremento registrato nel 2009 sugli anni precedenti è uno dei più rilevanti indicatori dell’attività svolta, da considerare congiuntamente all’incisiva attività di supporto alle imprese, basata sul segmento rappresentato dall’utilizzo economico dei brevetti, sostenuta tramite lo stanziamento di 60 milioni di euro per l’erogazione del Fondo Nazionale Innovazione», ha detto ancora l’avvocato Gulino. Nelle tre giornate dedicate alla proprietà intellettuale dal 26 al 28 aprile, i professionisti e gli addetti ai lavori avranno la possibilità di conoscere da vicino le attività della Direzione generale competente, che metterà a disposizione i propri esperti per formare ed informare i cittadini, i professionisti e le imprese sulla centralità della tutela della proprietà industriale e intellettuale e sulla promozione dei titoli. La contraffazione del farmaco, la congiunzione tra le tecnologie e la tracciabilità dei prodotti, gli incontri con le scuole per promuovere l’importanza dell’attività inventiva, sono solo alcuni degli argomenti che verranno affrontati attraverso workshop, seminari e tavole rotonde che si articoleranno nelle tre giornate dell’evento. Tra l’altro la “Sala Pubblico”, appositamente allestita presso la sede della stessa Direzione Generale in via di San Basilio 14, ospiterà oltre ai momenti di confronto culturale, anche una mostra sul tema dei brevetti e marchi che permetterà ai visitatori di conoscere il vasto patrimonio creativo e geniale che sta alla base di molti oggetti di uso comune e che sono una peculiarità del Made in Italy. Con l’occasione, la Direzione Generale ha coinvolto nell’iniziativa anche importanti organismi del mondo economico e dell’istruzione, quali Confindustria, Unioncamere, Crui, oltre alla collaborazione e il supporto di organismi internazionali. L’invito ‘Innovation-linking the world’ disposto dal Wipo, è stato immediatamente accolto dalla Direzione Generale che lo ha girato ad esponenti del panorama internazionale, quali l’OMPI e la Commissione Europea, orchestrando un confronto di alto livello sulla promozione e sulla tutela della proprietà intellettuale.