MORGAN STANLEY TAGLIA 1500 POSTI DI LAVORO

24 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Morgan Stanley Dean Witter (MWD – Nyse) ha deciso di tagliare 1500 posti di lavoro, ma di non licenziare alcun broker.

La riduzione di organico, diretta a migliorare l’efficienza operativa e in ultima analisi i risultati, ammonta a meno del 3% dei dipendenti di Morgan Stanley e colpira’ essenzialmente gli Stati Uniti, sebbene alcuni tagli verranno implementati anche in Europa.

La banca d’affari va cosi’ ad aggiungersi ad altre societa’ di Wall Street, quali Merrill Lynch (MER – Nyse), Citigroup (C – Nyse), Bear Stearns (BSC – Nyse) e Charles Schwab (SCH – Nyse) che hanno deciso di tagliare personale in risposta al rallentamento dell’attivita’ di fusione e acquisizione e al calo del mercato azionario.

All’inizio del mese la societa’ ha smentito voci sull’intenzione di ridurre 1000 broker, pari al 7% della divisione di intermediazione mobiliare, annunciando invece il piano di offrire la qualificazione professionale a 2500 nuovi broker.