Moody’s dice la sua, si ribella a piano Ue contro agenzie rating

16 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – L’intenzione della Commissione europea di annunciare un nuovo regolamento per le agenzie di rating sarebbe “pericoloso” perché ha il solo fine di limitare “la qualità e l’indipendenza” del processo di giudizio, secondo il presidente e chief operating officer di Moody’s Investor Services, Michel Madelain.

“La vedo come un’ossessione nello sfidare il processo di rating di per se e per ritenere le agenzie responsabili della crisi del debito in Europa”, si legge nell’intervista concessa per il Le Figaro. “Queste proposte non possono ripristinare la fiducia degli investitori, ne tantomeno facilitare l’accesso delle società e degli stati europei al mercato”.

Tra le novità più importanti del nuovo regolamento per le agenzie di rating, l’ESMA (Autorita’ di vigilanza europea dei mercati) avrà la possibilità di vietare la pubblicazione in “situazioni eccezionali” dei rating sovrani in situazioni di pericolo; in questo modo si eviterebbero “effetti di ricaduta negativi” sugli altri Paesi.

Il commissario per il Mercato interno Ue, Michel Barnier, ritiene che la proposta di legge sia mirata ad aumentare la competizione in un settore dominato da tre grandi società: Moody’s, Standard & Poor’s e Fitch Ratings.