Moody’s conferma minaccia tagli rating Eurozona

12 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – L’agenzia di rating Moody’s Investors Service conferma che potrebbe rivedere al ribasso il rating dei paesi dell’eurozona nel primo trimestre 2012. Poche le misure messe in campo dai leaders Ue per risolvere efficacemente la crisi del debito.

Venderdì, 26 dei 27 paesi dell’Unione hanno acconsentito a regole di bilancio più severe per l’Eurozona. I paesi forniranno inoltre in aggiunta €200 miliardi al Fondo Monetario Internazionale per contenere la crisi.

“In sostanza, tuttavia, il comunicato non rivela tante nuove misure, e non cambia il nostro punto di vista secondo cui il rischio per l’euro area continua a crescere“, si legge nel report settimanale di Moody’s.

“Come annunciato a novembre, a meno che le condizioni di mercato non si dovessero stabilizzare in breve tempo, dovremmo rivedere il rating dei paesi europei. Il comunicato non cambia il nostro punto di vista. Come previsto dovremo ultimare la revisione del rating entro il primo trimestre del 2012”.

“Considerando le continue pressioni sulle autorità dell’eurozona, di agire velocemente per ridare fiducia ai mercati, aumentano anche le difficoltà. Più i problemi rimangono in campo, maggiore sarà il rischio di condizioni economiche avverse, che si andrebbero ad aggiungere alle enormi sfide che si stanno affrontando, tra cui la coordinazione degli interventi e le misure per ridurre l’indebitamento”.