Moody’s avverte: la crisi in Europa potrebbe peggiorare

2 Febbraio 2011, di Redazione Wall Street Italia

La crisi dei debiti sovrani europei non è affatto conclusa e potrebbe anzi colpire altri paesi e, di fatto, peggiorare. Parola di Steven Hess, senior credit officer della divisione dei debiti sovrani.

Situazione diametralmente opposta quella dell’Asia che, grazie alle forti posizioni fiscali, agli attuali surplus di bilancio e alla continuità nella crescita, potrà vedere alcuni paesi beneficiare di upgrade nelle loro valutazioni sui debiti sovrani.

“Se ci dovessero essere pressioni sui rating (in Asia), questi sarebbero al rialzo”, ha detto Hess in un’intervista a Dow Jones. L’esperto ha precisato per esempio “che abbiamo un outlook positivo sul rating della Cina, e ciò indica che ci sono possibilità (di upgrade) in questo caso”.

Hess ha poi affermato che è improbabile che le pressioni inflazionistiche presenti in Cina arrivino a crescere fuori controllo.

Tornando all’Europa l’outlook è decisamente più desolato. E questo, nonostante il caso positivo della Germania, che sta mettendo a segno un solido cammino di crescita. Insomma, per il Vecchio Continente ci sono ancora rischi.

(Articolo in fase di scrittura)