Moody’s allerta la Francia. Rischia outlook negativo

18 Ottobre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – La società di rating Moody’s Investors Service avverte che potrebbe rivedere al ribasso la Aaa della Francia nei prossimi tre mesi, in caso il costo per ricapitalizzare le banche e altri paesi dell’eurozona dovesse pesare eccessivamente sul deficit.

“Il deterioramento delle condizioni del debito e la possibilità che emergano nuove passività, mettono pressione sull’outlook stabile assegnato al governo per la sua Aaa”, si legge nella nota pubblicata da Moody’s.

Tra le sfide che il paese dovrà affrontare a breve: la possibilità di supportare altri paesi dell’eurozona e il proprio sistema bancario. La Francia avrebbe ormai una minore possibilità di mettere sotto pressione le finanze, rispetto a tre anni fa, durante la crisi finanziaria del 2008.

Perché il paese riesca a mantenere il giudizio attuale, deve “continuare ad implementare le riforme economiche e fiscali necessarie”, continua il report. Il governo dovrà inoltre continuare a “mostrare progressi nel miglioramento” del rapporto debito/Pil.

Il premio di rendimento pagato dai Btp decennali italiani vola a 382 punti base dopo la notizia. Lo ‘spread’ della Francia, a oltre 100 punti, segna un massimo nei dodici anni di vita dell’euro. In rialzo anche lo spread del Belgio, a oltre 240, e della Spagna, a 332 punti base. In mercato, in fuga dai titoli rischiosi, sta comprando soprattutto il bund tedesco facendone scendere rapidamente il rendimento.