Monti: abbiamo bisogno di una tregua dai tassi alti. Geithner con lui

1 Agosto 2012, di Redazione Wall Street Italia

Helsinki – L’Italia non ha bisogno dell’assistenza dei partner europei, ma in futuro potrebbe rendersi necessario “tirare il fiato” rispetto agli alti tassi di interesse. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Monti in un’intervista pubblicata oggi da un quotidiano finlandese nel giorno della sua visita a Helsinki.

“L’idea fondamentale è che l’Italia non sembra avere bisogno ora di aiuti speciali, certo non di salvare la sua economia”, ha detto il premier al Helsingin Sanomat.

Monti ha aggiunto di ritenere frustrante che le riforme varate dal suo governo non si riflettano nei tassi di interesse, che sono enormemente cresciuti per effetto della crisi finanziaria della zona euro.

Monti incontrerà oggi il primo ministro finlandese, Jyrki Katainen, che è in prima fila tra i paesi dell’eurozona che frenano sui possibili interventi finanziari di Bruxelles e della Bce per alleggerire l’onere del debito dei “periferici”.

Secondo Timothy Geithner, il segretario del Tesoro Usa, l’Europa deve agire per ridurre i costi di finanziamento del debito dei paesi che si stanno adoperando per consolidare i conti. I governi dell’Eurozona, ha dichiarato Geithner, devono adoperarsi per «abbassare i tassi di interesse in quei paesi che stanno varando riforme e assicurarsi che i loro sistemi bancari siano in grado di fornire il credito del quale quelle economie hanno bisogno».