MONTEDISON: PERCHE’ FIAT HA RILANCIATO

17 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Italenergia ha deciso ieri di ritoccare verso l’alto il prezzo della sua offerta a €3,07 dai €2,82 iniziali per i titoli Montedison. L’operazione non è stata messa in relazione all’atteso pronunciamento della Consob sul prospetto Opa, previsto per oggi.

“Il ricorso di Montedison sull’OPA Fiat-EDF – commenta un operatore a Wall Street Italia – si basa su questioni formali e non sostanziali come il prezzo. Non ci vedo motivi particolari se non quello di accontentare il mercato con un premio maggiore”.

Secondo un altro operatore, che come il primo preferisce rimanere anonimo per politica aziendale, “il rialzo del prezzo è privo di logica se dovesse essere stato fatto per facilitare la decisione della Consob”.

“Credo invece che ci siano due aspetti che il rialzo dell’8% dell’offerta potrebbe mettere in evidenza. Il primo è che, alla fine dei conti, Mediobanca si è arresa e che ormai è d’accordo con gli scalatori e ha chiesto ad Agnelli altri soldi e questi sono arrivati”.

Secondo, “che Italenergia punta ad arrivare al 66% di Montedison in modo da poter fare senza problemi la fusione con Montedison e portare direttamente nelle casse dei torinesi e dei francesi i soldi della holding di piazzetta Bossi”.

A Piazza Affari Montedison guadagna lo 0,29% a €3,110, Edison sale dello 0,63% a €11,63 mentre Fiat cede lo 0,45% a €24,46.

(SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Terremoto a Piazza Affari)