MILANO SI FERMA CON I GUADAGNI DIMEZZATI

12 Giugno 2003, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso lontano dai massimi della giornata per la brusca virata del pomeriggio sulla scia dell’incertezza americana. Dopo la tornata di dati macro le Borse Usa sono infatti partite con il vento in poppa per poi rallentare e passare in negativo trascinandosi dietro gli altri mercati.

Milano è riuscita comunque a resistere alle vendite grazie soprattutto ai forti acquisti sul settore bancario. Si sono avuti infatti forti rialzi di Capitalia, Bnl ed Mps mentre i titoli del risparmio gestito hanno ceduto terreno.

Contrastati gli assicurativi con il rosso di
Alleanza, ed il rialzo di Ras.

Realizzi anche su Stmicro penalizzato dalla revisione al ribasso delle stime sul comparto chip da parte della Sia.

In rialzo la scuderia di Tronchetti Provera anche se Tim ha chiuso debolmente dopo il giudizio degli analisti del Credit Suisse.

In ribasso Seat con gli esperti che stanno valutando l’impatto della vendita delle directories.

In rosso anche Parmalat dopo il taglio del rating da parte di Ubs.

Sul Nuovo Mercato vendite su Tecnodiffusione malgrado la sigla di un accordo con la pubblica amministrazione, mentre resta sospeso dalle contrattazioni Opengate. L’assemblea straordinaria ha votato a favore dell’aumento di capitale da €50 milioni per evitare la crisi di liquidità.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina