MILANO PROSEGUE POSITIVA ASPETTANDO GREENSPAN

23 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Prosegue positiva la seduta di Piazza Affari, mentre, tra contenuti volumi scambiati, si
attende l’audizione di Alan Greenspan al Senato americano.

Poco dopo le 14 l’indice Mibtel guadagna l’1,87% a 32.370 punti.

Corre Stefanel (+15,96%), dopo l’annuncio della joint venture con il fondo Kiwi, seguita a ruota da Simint (+13,35), più volte sospesa per eccesso di rialzo. La società del gruppo Armani secondo voci di mercato potrebbe essere interessata
all’accordo.

Dopo i forti guadagni di ieri rallentano la
Popolare di Milano (+1,07%), Banca Fideuram (-0,75%) e la Rolo Banca (-2,03%) mentre preme sull’acceleratore Commercio e Industria (+8,41%).

Da segnalare tra i bancari il Credito emiliano (+14,94), piu’ volte sospeso per eccesso di rialzo sulla scia di voci su una possibile cessione da parte della famiglia Maramotti.

Proseguono gli acquisti su Autostrade (+8,01%) e
Benetton (+7,48%), dopo le schiarite con l’Antitrust.

Denaro sulla scuderia di Colaninno, con Tecnost (+3,07%) che recupera la caduta di ieri, Telecom è in deciso rialzo (+2,50), mentre Tim prosegue la sua impennata guadagnando l’8,25%.

Positivo l’andamento delle municipalizzate (Amga +3,05, Acea (+4,54). In linea con il listino Cir (+1,98), più forte Cofide (+4,83) mentre sono positive anche Gemina (+1,71) e Hdp (+1,12).