MILANO NEGATIVA: MIBTEL -0,32%, MIB30 -0,43%

10 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alle 12,35 con i segnali non buoni che arrivano da New York, Piazza Affari perde punti in una situazione sempre incerta.

I telefonici passano in negativo, compresa Tim che oggi era ben sostenuta e ora è completamente piatta. Anche Olivetti perde terreno a +0,11%; mentre Telecom perde lo 0,42% e Tecnost lo 0,05%.
Seat PG -0,89%.

Per i bancari ancora denaro su Unicredito che segna +2,17%; e Fideuram che si mantiene a +0,63%.
Perde quota invece Banca Rolo a +0,05% e BNL a +0,11%, mentre Comit segna un -0,97%.

Vendute anche le Autostrade a 1,09% e AEM che scendono dell’1,34%.

Forte calo di Enel a -2,27% ed Eni a -1,76%.
Edison perde smalto ma mantiene un +0,44%.

Fiat recupera e segna -0,40%.

Finmeccanica invece vista in calo a +0,06%.

Mediaset e Mediolanum si mantengono in terreno positivo rispettivamente a +0,65% e +0,41%, mentre Mediobanca segna un -0,30%.

Pirelli invece è positiva a +0,94%, insieme ad Acea.