Hays: Milano e Roma, il gap nei salari è in via di diminuzione

29 Ottobre 2019, di Alberto Battaglia

Milano si conferma la grande città italiana che tende ad offrire le retribuzioni più elevate, ma il ritardo di Roma si starebbe riducendo. Lo afferma una ricerca Hays, “Salary Guide 2019”, basata sul sondaggio di un campione di 150 aziende (60% delle quali multinazionali) che sintetizza i salari medi suddivisi per quattro città: Roma, Milano, Torino e Bologna.
I dati vanno nel dettaglio di otto diversi settori: Banking, Engineering, Finance, Information Technology, Insurance, Life Sciences, Sales & Marketing e Oil & Gas – senza trascurare i vari ruoli e l’esperienza accumulata.

Dove si guadagna di più a Roma

Secondo l’indagine, i settori in cui si registrano le retribuzioni più alte a Roma sono Life Sciences, Finance e Sales&Marketing.
Stipendi fino a 150.000 euro per i Medical Director, che scendono considerevolmente a Torino e Bologna, dove toccano quota massima 120.000 euro. Possono puntare a 103.000 euro, invece, i Business Unit Manager in ambito Pharma con almeno dieci anni di esperienza.

Si ferma a 100.000 euro la retribuzione di un Partner in ambito Consulenza Fiscale, seguito dal Marketing e Communication Director in ambito Retail che può guadagnare fino a 90.000 euro l’anno, a pari merito con i professionisti del settore Banking.

Buste paga tra i 70.000 e gli 80.000 euro per ruoli quali Marketing Director e Sales Manager con oltre dieci anni di esperienza.

“Negli ultimi anni la capitale sta mostrando un rinnovato dinamismo per quanto riguarda il mercato del lavoro, con un aumento sensibile delle retribuzioni in settori chiave per l’economia locale – ha commentato Marco Oliveri, Director Hays -.
Sono sempre di più le aziende, anche multinazionali, che guardano con fiducia a Roma e al Lazio per i loro investimenti e ci sono buone probabilità che questa tendenza prosegua anche nel prossimo futuro, con ricadute positive sui trend occupazionali”.

E nel settore finanziario…

Per quanto riguarda il settore finanziario e bancario le disparità fra le quattro città analizzate da Hays sono pressoché nulle.
Ad esempio, un direttore di filiale con oltre 10 anni di esperienza guadagna mediamente 65mila euro all’anno in tutti i quattro capoluoghi.

“Il settore Commercial&Retail Banking sta registrando un periodo negativo: la trasformazione digitale che ha investito il settore, infatti, sta riducendo drasticamente il numero degli sportelli in favore delle attività online”, scrive la società specializzata nel recruiting, “le figure maggiormente richieste risultano essere gli specialisti IT (Cyber Security/Digital Transformation), i Risk Manager e i Non Performing Loans Manager”.