Milano azzera rialzi, tiene Stm

19 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Piazza Affari azzera i guadagni iniziali e gira in negativo, seguendo l’inversione di rotta delle altre borse europee. Stamane i listini azionari del Vecchio Continente, avevano aperto in rialzo, spinti dalle chiusure positive di Wall Street e Tokyo. L’attenzione degli investitori resta concentrata sui numeri relativi alle richieste di sussidio alla disoccupazione che arriveranno nel pomeriggio oltre al superindice Usa di luglio ed al Philly Fed di agosto. Intanto l’euro continua a perdere terreno nei confronti del biglietto verde, scivolando sotto quota 1,28 dollari. Resta forte lo yen. Tra gli indici, il FTSE IT All-Share mostra un ribasso dello 0,34% mentre il FTSE MIB perde lo 0,37%. Giù anche Francoforte con un calo dello 0,55% e Parigi dello 0,48%. Londra cede lo 0,38%. Vendite generalizzate sul principale paniere,ad eccezione della tenuta di Stm che beneficia dell’outlook positivo fornito dalla statunitense Applied Materials ed il suo ritorno in utile nel terzo trimestre. Fiat scala le marce insieme all’intero settore auto europeo, in fermento per la presentazione del filing alla Sec, per l’Ipo di General Motors. Si raffreddano i petroliferi così come si indeboliscono le banche partite bene. Si sgretola il cemento già pericolante in avvio, con Italcementi e Buzzi tra i peggiori, sulle indicazioni negative giunte dal gruppo cementiero svizzero Holcim, sul secondo trimestre. Giù anche Impregilo.