MILAN, LA CHAMPIONS VALE 65 MILIONI

22 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 22 mag – La gloria e il prestigio, ma anche le casse della società decisamente rimpinguate. E’ in ballo tutto questo nella finale di Champions League di domani, che vedrà il Milan a caccia della rivincita contro il Liverpool. Dimenticare la sciagurata finale di Istanbul è l’imperativo e i 65 milioni di euro che potrebbero arrivare nelle tasche rossonere una volta alzata la coppa sono un buon modo per smettere di pensare al passato. A stimare la cifra è stato Il Sole 24 Ore che ha fatto i conti in tasca al club di Berlusconi. “Il risultato di domani inciderà su riconoscimenti Uefa, diritti tv, botteghino e sponsor – spiega il quotidiano – e per ogni giocatore è previsto un premio da 200mila euro”. Ai 53,7 milioni già intascati dal Milan per la conquista della finale si andrebbero ad aggiungere, in caso di successo, altri 3 milioni di premio Uefa, 2 milioni come premio elargito dallo sponsor, 6 milioni per la partecipazione alla prossima Supercoppa europea e al mondiale per club e “appena” mezzo milione legato all’entrata sul mercato di prodotti celebrativi del successo. Il Sole rileva come nel 2006 “il club, che pure ha raggiunto ricavi record per 248,3 milioni di euro, è riuscito a chiudere l’esercizio in attivo di 2,4 milioni solo grazie alla cessione di Shevchenko e alla plusvalenza super di quasi 42 milioni di euro realizzata proprio con il passaggio dell’ucraino al Chelsea”. Quest’anno, specie i caso di vittoria, l’esito sarà ben diverso. Secondo un’analisi di Bloomberg citata dal giornale, il successo rossonero ad Atene “tra sponsor, tv, incassi, merchandising e maggiore valore dei giocatori, potrebbe portare negli anni a venire qualcosa come 100 milioni di euro di ricavi aggiuntivi”.