Mid Industry Capital, firmata modifica al Contratto di finanziamento Gruppo Nadella

10 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La società Nadella, partecipata al 60% da Mid Industry Capital SpA, investment company, ha firmato oggi un atto modificativo al contratto di finanziamento a medio/lungo termine concesso nell’ottobre 2008 da MPS Capital Services Banca per le Imprese S.p.A., con la partecipazione di UGF Merchant Banca per le Imprese S.p.A. e Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio Società Cooperativa. Le principali modifiche, in termini migliorativi, riguardano un allungamento di due anni della durata dell’intero finanziamento di medio/lungo termine, rappresentato da due linee distinte, con analoga traslazione del piano di ammortamento della prima linea e delle due date di rimborso della seconda linea, rispetto a quanto originariamente convenuto. In particolare, la prima linea, attualmente outstanding per ? 17,86 milioni (a seguito dei regolari rimborsi nel frattempo intervenuti del finanziamento originariamente concesso per ? 19,0 milioni), verrà rimborsata mediante rate annuali nel luglio 2010 e nel luglio 2011 (al posto delle rate semestrali originariamente convenute anche per tali anni) e semestrali a partire dal gennaio 2012 sino al gennaio 2017. La seconda linea da ? 8,0 milioni verrà rimborsata in due rate nel luglio 2017 e nel gennaio 2018. E’ stato altresì esteso di due anni, sino al gennaio 2017, l’originario termine di disponibilità di una terza linea di affidamento concessa a Nadella per esigenze operative, il cui importo è stato contestualmente ridotto da ? 4,0 milioni a ? 1,0 milione al fine di renderlo maggiormente rispondente alle attuali necessità finanziarie della società, comprimendo così i costi connessi all’eventuale mancato utilizzo di detta linea. A fronte dei miglioramenti sopra descritti, che non hanno comportato l’aggiunta di garanzie sui beni della Società, il costo complessivo del finanziamento per il Gruppo Nadella aumenterà rispetto al contratto precedente di circa 60bps per anno. Il Gruppo Nadella, le cui principali società operano in Italia ed in Germania nel campo dei componenti di precisione per l’industria meccanica, disporrà dunque di una migliore situazione finanziaria nel 2010 e 2011, periodo durante il quale è prevedibile una ripresa del mercato, la cui crisi ha determinato nei primi nove mesi del 2009 un calo del fatturato del Gruppo di circa il 43% rispetto all’anno precedente con una riduzione del margine operativo lordo in calo dal 19,8% dei nove mesi del 2008 al 10,4% dei primi nove mesi del 2009. A titolo di cautela e assicurazione per la ripresa dello sviluppo della Società, Mid Industry e Overseas (socio di Nadella al 40%) hanno sottoscritto un impegno (pro-quota rispetto alla loro partecipazione) a finanziare ulteriormente la Società attraverso un aumento di capitale o un prestito soci subordinato per una importo di ? 1 milione qualora, contrariamente alle previsioni, la liquidità generata da Nadella nel 2010 e 2011 non si rivelasse sufficiente a far fronte al pagamento delle rate del finanziamento.