Microsoft soffre in pre-market USA per downgrade Goldman Sachs

4 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Brutto risveglio per il gigante dei software Microsoft, che deve fare i conti con un calo di scure da parte della Goldman Sachs. La banca d’affari ha infatti deciso di abbassare il giudizio sulla compagnia a “neutral” dal precedente “buy”, tagliandone il targe price a 28 dollari dai precedenti 32 usd. Tra i motivi della mossa un possibile prolungamento nel breve termine della fase di aggiornamento del mercato dei pc, ma anche i timori che il mercato dei “tablet”, dove i software Microsoft non sono presenti, possa schiacciare quello dei notebook, sempre meno richiesti a vantaggio dei primi. Immediate le ripercussioni sul titolo, che sta cedendo nella fase pre-market statunitense quasi due punti percentuali.