MICROSOFT: ANCHE GOLDMAN SACHS ABBANDONA IL TITOLO

24 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Rick Sherlund, l’analista di Goldman Sachs che da 15 anni segue Microsoft (MSFT), ha eliminato la societa’ di Bill Gates dalla lista di titoli raccomandati e ne ha abbassato il rating.

Altri analisti hanno ridimensionato oggi il loro giudizio sulla societa’ dopo i risultati trimestrali deludenti e ridotte previsioni di crescita, ma la decisione di Sherlund ha fatto piu’ scalpore perche’ l’analista ha costruito la propria reputazione sull’accurata analisi di Microsoft e Goldman Sachs ha collocato la societa’ sul mercato nel 1986.

Nelle ultime settimane Rick Sherlund aveva messo in guardia su un possibile rallentamento della crescita della societa’ e aveva ammonito gli investitori a ‘tenere duro’ in attesa di migliori risultati nella seconda parte dell’anno, ma nel rapporto di oggi l’analista ha commentato che il mercato dei computer da tavolo sta invecchiando rapidamente e che Microsoft e’ lenta a entrare nel settore dei computer palmari e wireless.

Bill Gates lancera’ a giugno la ‘Next Generation Windows Services’, un’iniziativa di riposizionamento della societa’, ma la commercializzazione dei nuovi prodotti richiedera’ un periodo di almeno 2-5 anni.

Rick Sherlund ha quindi ridotto la previsione del fatturato per il trimestre di giugno da 6,17 a 5,84-6 miliardi di dollari, della crescita per l’anno fiscale 2001 dal 18 al 16% e degli utili di 5 centesimi a 1,88 dollari.

Il target di prezzo di 65-70 dollari sarebbe, secondo l’analista “appropriato per una societa’ capace di sostenere per l’anno 2000 una crescita del 15% contro le stime del 20%”.

Il titolo viene scambiato a 65,93, in calo del 16,47%.