Micron Technology, Inc. comunica i risultati registrati nel secondo trimestre dell’esercizio 20

4 Aprile 2009, di Redazione Wall Street Italia

Micron Technology, Inc., (NYSE: MU) ha comunicato quest’oggi i risultati d’esercizio registrati dalla società nel secondo trimestre dell’esercizio 2009 che si è concluso il 5 marzo u.s. Per il secondo trimestre dell’esercizio 2009, la società ha dichiarato una perdita netta di 751 milioni di dollari, ovvero $0,97 per azione diluita, su un fatturato netto di 1 miliardo di dollari. Tali risultati riflettono una serie di voci in contanti e non in contanti risultanti in un onere netto di 120 milioni di dollari nel secondo trimestre dell’esercizio 2009. La società ha concluso il trimestre in oggetto con una liquidità di cassa ed investimenti di valore complessivi pari a 932 milioni di dollari. Lo squilibrio tra domanda e offerta per quanto concerne le memorie a semiconduttore si è protratto nel secondo trimestre con conseguenti cali significativi dei prezzi di vendita medi per gigabit della società rispetto al trimestre precedente. Gli utili ricavati dalla vendita dei prodotti DRAM hanno subito un calo nella misura approssimativa del 30% nel secondo rispetto al primo trimestre, perlopiù a causa della riduzione del 30% dei prezzi di vendita. I volumi di vendita dei prodotti DRAM sono rimasti relativamente stabili a confronto con i periodi corrispondenti precedenti. Nel secondo trimestre, gli utili ricavati dalla vendita dei prodotti flash NAND hanno registrato un calo del 20% rispetto al primo trimestre per via di una riduzione dei prezzi di vendita pari al 13% e di un calo dei volumi di vendita pari all’8%. La produzione nel segmento memorie è rimasta pressoché stabile nel secondo trimestre rispetto al trimestre precedente. Gli aumenti della produzione in termini di bit per quanto riguarda i prodotti flash NAND derivati dalla transizione da parte della società a prodotti flash NAND da 34 nm con una densità superiore sono stati controbilanciati dalle riduzioni registrate dalla produzione attribuibili alla decisione assunta dalla società di rallentare la produzione nel segmento DRAM presso i suoi stabilimenti da 200 mm e di cessare la produzione dei wafer flash NAND da 200 mm presso lo stabilimento di Boise. “Grazie alla gestione attiva della nostra struttura complessiva dei costi, delle spese in conto capitale e dell’esecuzione di tecnologie, il nostro margine operativo eccede il margine medio attualmente registrato dal settore” ha dichiarato Steve Appleton, Presidente e Direttore Generale di Micron. “Merita particolare menzione il fatto che la nostra tecnologia NAND da 34 nm si sta affermando alquanto rapidamente, il che ci permette di distinguerci dalla concorrenza in questo gravoso clima economico.” Il margine lordo ricavato dalla società dalla vendita delle memorie ha registrato un aumento dell’11% nel secondo trimestre a confronto con il trimestre precedente e ciò è riconducibile alla riduzione dei costi di produzione per gigabit e al beneficio nel secondo trimestre derivato dalle vendita di prodotti contabilizzati in precedenza, parzialmente controbilanciati dai cali dei prezzi di vendita. Rientrano nei costi dei beni venduti gli oneri associati alla capacità produttiva inutilizzata, compresi gli oneri annessi alle joint-venture istituite dalla società con Inotera e IM Flash. Escludendo gli effetti delle rettifiche d’inventario e gli oneri associati al capitale improduttivo, i costi per gigabit hanno subito una flessione significativa per quanto concerne sia i prodotti DRAM che i prodotti flash NAND. Nel secondo trimestre, le vendite dei sensori di immagini CMOS sono scese nella misura del 54% rispetto al trimestre precedente in conseguenza di un drastico calo delle vendite unitarie attribuibile alla debolezza dei settori dei beni per i consumatori. Il margine lordo ricavato dalla società dalle vendite dei prodotti rientranti nel segmento Imaging ammonta al 2% nel secondo trimestre, a confronto con il 29% registrato nel primo trimestre, il che è dovuto in via primaria all’aumento dei costi di produzione unitari accompagnato da un calo significativo del livello di produzione. Le iniziative di ristrutturazione e per il contenimento dei costi intraprese dalla società hanno consentito di ridurre i costi d’esercizio ed hanno contribuito al flusso di cassa generato dalle attività aziendali nel secondo trimestre. La società ha inoltre annunciato di recente che ha intenzione di eliminare gradualmente la produzione restante dei wafer da 200 mm presso lo stabilimento aziendale di Boise. La società ha pertanto registrato nel secondo trimestre del 2009 un onere associato alla ristrutturazione pari a 105 milioni di dollari, includente 17 milioni di dollari in costi annessi al personale e 87 milioni di dollari in svalutazione di macchinari. La società terrà oggi una conferenza telefonica alle ore 14:30 (fuso orario delle Montagne Rocciose degli Stati Uniti) per discutere i risultati finanziari da essa registrati. La conferenza, la trasmissione audio e le diapositive saranno disponibili online all’indirizzo www.micron.com. La conferenza sarà ritrasmessa via Web dal sito della società fino al 2 aprile 2010. Sarà inoltre disponibile una registrazione audio della conferenza a cui si potrà accedere componendo il numero +1-706-645-9291 (numero conferenza: 90786047) a partire dalle ore 17:30 (fuso orario delle Montagne Rocciose degli Stati Uniti) di quest’oggi fino alle ore 17:30 (fuso orario delle Montagne Rocciose degli Stati Uniti) del 9 aprile 2009. Micron Technology, Inc., è uno dei maggior fornitori del mondo di soluzioni avanzate per semiconduttori. Per mezzo delle sue operazioni di portata globale, Micron produce e vende moduli di memoria DRAM e flash NAND, sensori di immagini CMOS ed altri componenti per semiconduttori, nonché moduli di memoria per l’uso in prodotti d’avanguardia per il settore informatico, per i consumatori, il networking e la telefonia mobile. Le azioni ordinarie di Micron sono quotate presso la Borsa valori di New York (NYSE) sotto il simbolo MU. Per ottenere ulteriori informazioni sul conto di Micron Technology Inc., si prega di visitarne il sito Web all’indirizzo www.micron.com.   MICRON TECHNOLOGY, INC. CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO (Importi espressi in milioni salvo che per i dati per azione)             Secondo trimestre Primo trimestre Secondo trimestre Semestre terminato il 5 mar 4 dic 28 feb 5 mar   28 feb 2009     2008     2008     2009   2008   Fatturato netto $ 993 $ 1.402 $ 1.359 $ 2.395 $ 2.894 Costo dei beni venduti (1)   1.260   1.851   1.402   3.111   2.932 Margine lordo (267 ) (449 ) (43 ) (716 ) (38 ) Vendita, generali e amministrative 90 102 120 192 232 Ricerca e sviluppo 168 178 180 346 343 Deprezzamento dell’avviamento (2) 58 — 463 58 463 Ristrutturazione (3) 105 (66 ) 8 39 21 Altra spesa operativa (reddito) (4)   20 9   (42 )   29   (65 ) Perdita d’esercizio (708 ) (672 ) (772 ) (1.380 ) (1.032 ) Reddito da interessi (spesa), netto (31 ) (20 ) 3 (51 ) 12 Altro reddito non d’esercizio (spesa) (3 ) (9 ) (6 ) (12 ) (7 ) Agevolazione fiscale (accantonamento imposte) (5) (4 ) (13 ) 4 (17 ) (3 ) Patrimonio nelle perdite nette delle partecipate secondo il metodo equity (6) (56 ) (5 ) — (61 ) — Partecipazioni non di maggioranza nel reddito netto   51   13   (6 )   64   (9 ) Perdita netta $ (751 ) $ (706 ) $ (777 ) $ (1.457 ) $ (1.039 ) Perdita per azione: Di base $ (0,97 ) $ (0,91 ) $ (1,01 ) $ (1,88 ) $ (1,35 ) Diluite (0,97 ) (0,91 ) (1,01 ) (1,88 ) (1,35 )   Numero di azioni usate nei calcoli per azione: Di base 773,9 773,3 772,4 773,6 772,2 Diluite 773,9 773,3 772,4 773,6 772,2     Secondo trimestre Primo trimestre Secondo trimestre Semestre terminato il 5 mar 4 dic 28 feb 5 mar 28 feb   2009     2008     2008     2009   2008   Rettifiche inventari di fine periodo $ 234 $ 369 $ 15 $ 603 $ 77 Effetto netto stimato delle rettifiche precedenti (277 ) (157 ) (50 ) (434 ) (64 ) Ristrutturazione 105 (66 ) 8 39 21 Deprezzamento dell’avviamento   58   —   463   58   463 $ 120 $ 146 $ 436 $ 266 $ 497     CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO, seguito   Al 5 mar 4 dic 28 ago   2009     2008   2008 Liquidità e investimenti a breve termine $ 932 $ 1.028 $ 1.362 Conto debitori 654 1.031 1.032 Inventari (1) 859 883 1.291 Attivi correnti totali 2.523 3.037 3.779 Beni immobili, impianti e attrezzature, netto 7.910 8.460 8.811 Attivi totali (6) 11.526 12.676 13.430   Conto creditori e risconti passivi 950 943 1.111 Quota corrente dell’indebitamento a lungo termine 353 343 275 Passivi correnti totali 1.637 1.635 1.598 Indebitamento a lungo termine 2.542 2.523 2.451 Compartecipazioni non di maggioranza in consociate 2.344 2.702 2.865 Patrimonio totale azionisti 4.742 5.484 6.178     Semestre terminato 5 mar 28 feb   2009   2008 Liquidità generata dalle attività aziendali $ 698 $ 558 Liquidità netta destinata ad attività d’investimento (618 ) (925 ) Liquidità netta destinata ad attività di finanziamento (391 ) (117 )   Svalutazioni e ammortamenti 1.134 1.015 Spese associate a beni immobili, impianti e attrezzature (375 ) (1.306 ) Liquidità ricevuta da (corrisposta a) compartecipazioni non di maggioranza (444 ) 192 Esborsi relativi a contratti per l’acquisto di attrezzature (98 ) (274 )   Acquisizioni non in contanti di attrezzature su contratti Canoni esigibili e locazioni finanziarie 175 297   Il secondo trimestre degli esercizi 2008 e 2009 della società era costituito da 13 settimane in entrambi i casi, mentre il primo trimestre dell’esercizio 2009 della società era costituito da 14 settimane. Il primo semestre dell’esercizio 2009 e dell’esercizio 2008 della società era costituito rispettivamente da 27 e 26 settimane. (1) I risultati registrati dalla società nel secondo e nel primo trimestre dell’esercizio 2009 e nel secondo trimestre dell’esercizio 2008 comprendono oneri pari a rispettivamente $234, $369 e $15 milioni di dollari per la rettifica del valore di riporto dei semilavorati e dei prodotti finiti per i prodotti facenti parte del segmento memorie (DRAM e flash NAND) in base ai rispettivi valori di mercato stimati. (2) Nel secondo trimestre dell’esercizio 2009, in conformità alla Dichiarazione FASB n. 142 “Avviamento e altri beni intangibili,” la società ha eseguito una verifica onde stabilire se l’avviamento associato al segmento Imaging abbia subito un deprezzamento. Alla luce dei risultati di detta verifica, la società ha deprezzato l’intero importo di 58 milioni di dollari relativo all’avviamento associato al segmento Imaging al 5 marzo u.s. Inoltre, nel secondo trimestre dell’esercizio 2008, la società aveva deprezzato l’intero importo di 463 milioni di dollari relativo all’avviamento associato al segmento Memorie al 28 febbraio 2008. (3) Nel secondo trimestre dell’esercizio 2009, in risposta al drastico rallentamento registrato dal settore delle memorie a semiconduttore e al clima economico globale, la società ha annunciato che intende eliminare gradualmente tutte le operazioni restanti per la produzione dei wafer da 200 mm presso lo stabilimento di Boise, Idaho. Si prevede che la cessazione graduale della produzione dei wafer da 200 mm comporterà una riduzione della forza lavoro impiegata presso lo stabilimento di Boise nella misura di ben 2.000 posti di lavoro entro la fine del 2009. In conseguenza di ciò, nel secondo trimestre dell’esercizio 2009 la società ha contabilizzato un onere associato alla ristrutturazione ammontante a 105 milioni di dollari, includente 87 milioni di dollari in svalutazione di macchinari e 17 milioni di dollari per liquidazioni di fine rapporto e altri costi associati al personale. Nel primo trimestre dell’esercizio 2009, la società aveva annunciato una ristrutturazione delle proprie operazioni relative al segmento memorie. Quale parte di tale ristrutturazione, IM Flash Technologies (“IMFT”), una joint-venture tra la società e Intel Corporation (“Intel”), ha rescisso l’accordo stipulato con la società per la fornitura delle memorie flash NAND provenienti dallo stabilimento aziendale di Boise, con conseguente riduzione della produzione di memorie flash NAND da parte di IMFT nella misura approssimativa di 35.000 wafer da 200 mm al mese. In conseguenza di quanto sopra, la società ha contabilizzato un credito netto di 66 milioni di dollari per la ristrutturazione nel primo trimestre dell’esercizio 2009. (4) La voce Altra spesa operativa (reddito) per il secondo trimestre e il primo semestre del 2009 comprende perdite ammontanti rispettivamente a 29 e 43 milioni di dollari per cessioni di attrezzature per semiconduttori. La voce Altra spesa operativa (reddito) per il secondo trimestre e il primo semestre dell’esercizio 2008 comprende rispettivamente 47 e 57 milioni di dollari in proventi ricavati da cessioni di attrezzature per semiconduttori e un guadagno di 38 milioni in ricevute da parte del governo statunitense in relazione alle tariffe antidumping, ottenute nel primo trimestre del 2008. (5) Le imposte sul reddito per gli esercizi 2009 e 2008 rispecchiano principalmente le imposte gravanti sulle operazioni extrastatunitensi della società ed il minimo d’imposta alternativo previsto dalla normativa fiscale degli Stati Uniti. La società gode dell’opzione per il recupero di detrazioni, la cosiddetta ‘valuation allowance’ sulle imposte nette differite associate alle operazioni statunitensi. Le imposte gravanti sulle operazioni statunitensi negli esercizi 2009 e 2008 sono state ampiamente compensate dai cambiamenti apportati alla ‘valuation allowance’. (6) Nel primo trimestre dell’esercizio 2009, la società ha acquisito da Qimonda AG una quota del 35,5% circa delle azioni ordinarie in circolazione di Inotera Memories, Inc. (“Inotera”) in una serie di transazioni al prezzo di 398 milioni di dollari. I risultati d’esercizio della società per il secondo trimestre dell’esercizio 2009 comprendono una perdita netta di 56 milioni di dollari su investimenti calcolati secondo il metodo equity per quanto concerne la quota della società della perdita di Inotera dalla data di acquisizione al 31 dicembre 2008. Il valore di riporto dell’investimento della società in Inotera ammontava al 5 marzo 2009 a 323 milioni di dollari. In relazione a detta acquisizione, la società ha perfezionato un contratto di finanziamento con Nan Ya Plastics Corporation (“NPC”), con il quale NPC ha concesso un prestito alla società per un importo figurativo di 200 milioni di dollari, i cui ricavi sono stati destinati al pagamento di parte del prezzo di acquisto delle azioni di Inotera. La società ha perfezionato inoltre un contratto di finanziamento con Inotera, con il quale Inotera ha concesso un prestito alla società per un importo figurativo di 85 milioni di dollari, i cui ricavi saranno destinati a scopi aziendali generali. I suddetti prestiti sono stati registrati in base al loro valore equo e rispecchiano uno sconto aggregato pari a 31 milioni di dollari sugli importi nominali. Lo sconto aggregato è stato registrato come riduzione dell’investimento della società in Inotera. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Micron Technology, Inc.Kipp A. BedardRelazioni con gli [email protected] FranciscoRelazioni con i [email protected]