Micron Technology, Inc. comunica i risultati registrati nel quarto trimestre e nell’intero eser

1 Ottobre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Micron Technology, Inc., (NYSE: MU) ha comunicato quest’oggi i risultati d’esercizio registrati dalla società nel quarto trimestre e nell’intero esercizio 2009, che si sono conclusi il 3 settembre u.s. Per il quarto trimestre dell’esercizio 2009, la società ha dichiarato una perdita netta di 88 milioni di dollari, ovvero $0,10 per azione diluita, su un fatturato netto di 1,3 miliardi di dollari. Per l’esercizio 2009 invece la società ha dichiarato una perdita netta di 1,8 miliardi di dollari, ovvero $2,29 per azione diluita, su un fatturato netto di 4,8 miliardi di dollari. Nel quarto trimestre e nell’esercizio 2009, la società ha registrato un flusso di cassa generato dalle operazioni pari a rispettivamente 357 milioni e 1,2 miliardi di dollari. La società ha concluso l’esercizio con 1,5 miliardi di dollari in liquidità e investimenti. “Il mercato, pur continuando a versare in condizioni precarie, sta cominciando a migliorare. Micron è stata una delle poche società del settore in grado di generare un flusso di cassa operativo positivo in tutti i trimestri durante questa crisi economica. La nostra performance operativa e i continui miglioramenti in termini di riduzione dei costi dotano Micron di un eccezionale vantaggio competitivo per il futuro” ha affermato Steve Appleton, Presidente e Direttore Generale di Micron. Gli utili generati dalla vendita dei prodotti DRAM sono aumentati del 28% nel quarto trimestre rispetto al terzo trimestre: tale aumento è da ricondursi ad un incremento del volume delle vendite del 19% e a un aumento dei prezzi medi di vendita dell’8%. Gli utili generati dalla vendita dei prodotti Flash NAND sono aumentati del 10% nel quarto trimestre rispetto al terzo trimestre grazie ad un incremento del volume delle vendite nella misura del 23%. Ciò è stato parzialmente controbilanciato da un calo dell’11% dei prezzi medi di vendita, riconducibile in via primaria ad una riduzione dei costi di produzione associati ai prodotti venduti a Intel Corporation, partner della società per la produzione di prodotti Flash NAND. I prezzi dei prodotti Flash NAND venduti ad Intel equivalgono pressoché ai prezzi di costo, che hanno subito un calo significativo nel quarto trimestre rispetto al terzo trimestre essendo stata sostanzialmente ultimata la transizione alla tecnologia della società per processi NAND a 34 nanometri (nm). I prezzi medi di vendita dei prodotti Flash NAND, escludendo quelli venduti ad Intel, sono rimasti relativamente stabili nel quarto trimestre rispetto al trimestre precedente. Il margine lordo ricavato dalla società dalla vendita delle memorie ha continuato ad aumentare, passando al 12% nel quarto trimestre dall’11% registrato nel terzo trimestre dell’esercizio 2009. Rientrano nei costi dei beni venduti nel quarto trimestre approssimativamente 37 milioni di dollari in oneri associati alla capacità produttiva inutilizzata presso le joint-venture istituite dalla società con Inotera e IM Flash. Nel terzo e nel quarto trimestre non vi sono state rettifiche di costo o di mercato degli inventari nel segmento memorie. Adeguati per escludere gli effetti della vendita di prodotti soggetti a rettifiche di costo o di mercato precedenti e i costi associati al capitale improduttivo attribuibili a Inotera e IM Flash, i margini lordi di profitto sulla vendita delle memorie hanno esibito un miglioramento salendo all’8% nel quarto trimestre rispetto al -12% registrato nel terzo trimestre in conseguenza della riduzione significativa dei costi di produzione per gigabit. Nel quarto trimestre le vendite unitarie entro il segmento imaging della società hanno registrato un incremento del 30% circa rispetto al trimestre precedente, il cui effetto è stato essenzialmente controbilanciato da una flessione del prezzo medio di vendita imputabile alla transizione alla vendita di prodotti della fonderia per la produzione di wafer che ha avuto luogo durante il trimestre in oggetto. Il margine lordo ricavato dalla società dalle vendite dei prodotti rientranti nel segmento imaging ha registrato però un aumento del 20% nel quarto trimestre rispetto all’aumento del 2% registrato nel terzo trimestre, perlopiù grazie al maggior sfruttamento della capacità di produzione di prodotti da 200 millimetri (mm). La società terrà oggi una conference call alle ore 14:30 (fuso orario delle Montagne Rocciose degli Stati Uniti) per discutere i risultati finanziari da essa registrati. La conferenza, la trasmissione audio e le diapositive sono disponibili online all’indirizzo www.micron.com. La conferenza sarà ritrasmessa via Web dal sito della società fino al 29 settembre 2010. Sarà inoltre disponibile una registrazione audio della conferenza a cui si potrà accedere componendo il numero 706-645-9291 (numero conferenza: 30898947) a partire dalle ore 17:30 (fuso orario delle Montagne Rocciose degli Stati Uniti) di quest’oggi fino alle ore 17:30 (fuso orario delle Montagne Rocciose degli Stati Uniti) del giorno 6 ottobre 2009. Micron Technology, Inc., è uno dei maggiori fornitori del mondo di soluzioni avanzate per semiconduttori. Per mezzo delle sue operazioni di portata globale, Micron produce e vende moduli di memoria DRAM e di memoria flash NAND, sensori di immagini CMOS ed altri componenti per semiconduttori, nonché moduli di memoria per l’uso in prodotti d’avanguardia per il settore IT, per i consumatori, il networking e la telefonia mobile. Le azioni ordinarie di Micron sono quotate presso la Borsa valori di New York (NYSE) sotto il simbolo MU. Per ottenere ulteriori informazioni sul conto di Micron Technology Inc., si prega di visitarne il sito Web all’indirizzo www.micron.com. MICRON TECHNOLOGY, INC. CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO (Importi espressi in milioni salvo che per i dati per azione)         Quarto trimestre Terzo trimestre Quarto trimestre EsercizIo terminato il 3 settembre 4 giugno 28 agosto 3 settembre   28 agosto 2009 2009 2008 2009 2008   Fatturato netto $ 1.302 $ 1.106 $ 1.449 $ 4.803 $ 5.841 Costo dei beni venduti (1)   1.132     999     1.514     5.242     5.896   Margine lordo 170 107 (65 ) (439 ) (55 ) Vendita, generali e amministrative 82 80 107 354 455 Ricerca e sviluppo 139 162 167 647 680 Ristrutturazione (2) 12 19 4 70 33 Deprezzamento dell’avviamento (3) — — — 58 463 Altra spesa operativa (reddito) (4)   (14 )   92     (5 )   107     (91 ) Perdita d’esercizio (49 ) (246 ) (338 ) (1.675 ) (1.595 ) Reddito da interessi (spesa), netto (31 ) (31 ) (9 ) (113 ) (3 ) Altro reddito non d’esercizio (spesa) (1 ) (3 ) (6 ) (16 ) (13 ) Agevolazione fiscale (accantonamento imposte) (5) 13 2 (2 ) (2 ) (18 ) Patrimonio nelle perdite nette delle partecipate secondo il metodo equity (6) (34 ) (45 ) — (140 ) — Partecipazioni non di maggioranza nella perdita netta (reddito)   14     33     11     111     10   Perdita netta $ (88 ) $ (290 ) $ (344 ) $ (1.835 ) $ (1.619 )   Perdita per azione: Di base $ (0,10 ) $ (0,36 ) $ (0,45 ) $ (2,29 ) $ (2,10 ) Diluite (0,10 ) (0,36 ) (0,45 ) (2,29 ) (2,10 )   Numero di azioni usate nei calcoli per azione: Di base 844,3 813,3 772,9 800,7 772,5 Diluite 844,3 813,3 772,9 800,7 772,5   Quarto trimestre Terzo trimestre 3 settembre 4 giugno 2009 2009   Margine lordo segmento memorie, come dichiarato $ 146 $ 104 Costi associati al capitale improduttivo per Inotera e IM Flash Singapore 37 25 Effetti stimati delle rettifiche di inventario precedenti   (91 )   (242 ) Margine lordo segmento memorie, adeguato (7) $ 92   $ (113 ) Percentuale margine lordo segmento memorie, come dichiarato 12 % 11 % Percentuale margine lordo segmento memorie, adeguato 8 % (12 %) CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO, seguito     Al 3 settembre   4 giugno   28 agosto 2009 2009 2008   Liquidità e investimenti a breve termine $ 1.485 $ 1.306 $ 1.362 Conto debitori 798 750 1.032 Inventari (1) 987 999 1.291 Attivi correnti totali 3.344 3.128 3.779 Beni immobili, impianti e attrezzature 7.081 7.536 8.811 Attivi totali 11.455 11.664 13.430   Conto creditori e risconti passivi 1.037 1.037 1.111 Quota corrente dell’indebitamento a lungo termine 424 372 275 Passivi correnti totali 1.892 1.825 1.598 Indebitamento a lungo termine (8) 2.674 2.752 2.451 Compartecipazioni non di maggioranza in consociate 1.986 2.130 2.865 Patrimonio totale azionisti (9) 4.654 4.697 6.178   EsercizIo terminato il 3 settembre 28 agosto 2009 2008   Liquidità generata dalle attività aziendali $ 1.206 $ 1.018 Liquidità netta destinata ad attività d’investimento (674 ) (2.092 ) Liquidità netta proveniente da (destinata a) attività di finanziamento (290 ) 125   Svalutazioni e ammortamenti 2.139 2.060 Spese associate a beni immobili, impianti e attrezzature (488 ) (2.529 ) Liquidità netta (corrisposta a) ricevuta da compartecipazioni non di maggioranza (681 ) 268 Esborsi relativi a contratti per l’acquisto di attrezzature (144 ) (387 )   Acquisizioni non in contanti di attrezzature su contratti esigibili e locazioni finanziarie 331 501 L’esercizio 2009 e l’esercizio 2008 della società sono costituiti rispettivamente da 53 e 52 settimane. (1) I risultati registrati dalla società nell’esercizio 2009, nell’esercizio 2008 e nel quarto trimestre dell’esercizio 2008 comprendono degli oneri pari a rispettivamente 603, 282 e 205 milioni di dollari per la rettifica del valore di riporto degli inventari dei semilavorati e dei prodotti finiti per i prodotti facenti parte del segmento memorie (sia DRAM che Flash NAND) in base ai rispettivi valori di mercato stimati. (2) Nel secondo trimestre dell’esercizio 2009, in risposta al drastico rallentamento registrato dal settore delle memorie a semiconduttore e al clima economico globale, la società ha annunciato che avrebbe eliminato gradualmente tutte le operazioni restanti per la produzione dei wafer da 200 mm presso lo stabilimento aziendale di Boise, Idaho. Nel primo trimestre dell’esercizio 2009, la società aveva annunciato una ristrutturazione delle proprie operazioni relative al segmento memorie. Quale parte della ristrutturazione annunciata nel primo trimestre, IM Flash Technologies (“IMFT”), una joint-venture tra la società e Intel Corporation, ha rescisso l’accordo stipulato con la società per la fornitura delle memorie Flash NAND provenienti dallo stabilimento aziendale di Boise, con conseguente riduzione della produzione di memorie Flash NAND da parte di IMFT nella misura approssimativa di 35.000 wafer da 200 mm al mese. La società ha pertanto contabilizzato nel quarto e nel terzo trimestre del 2009 un onere associato alla ristrutturazione pari a rispettivamente 12 e 19 milioni di dollari e a 70 milioni di dollari per l’intero esercizio 2009, importo al netto di un credito per la ristrutturazione di 66 milioni di dollari nel primo trimestre dell’esercizio 2009. (3) Nel secondo trimestre dell’esercizio 2009, in conformità alla Dichiarazione FASB n. 142, “Avviamento e altri beni immateriali,” la società ha eseguito una verifica onde stabilire se l’avviamento associato al segmento Imaging abbia subito un deprezzamento. Alla luce dei risultati di detta verifica, la società ha deprezzato l’importo di 58 milioni di dollari relativo all’avviamento associato al segmento imaging al 5 marzo 2009. Inoltre, nel secondo trimestre dell’esercizio 2008, la società aveva deprezzato l’importo di 463 milioni di dollari relativo all’avviamento associato al segmento memorie. (4) La voce Altra spesa operativa (reddito) comprendeva quanto specificato nel seguito:   Quarto trimestre   Terzo trimestre   Quarto trimestre   EsercizIo terminato il 3 settembre 4 giugno 28 agosto 3 settembre   28 agosto 2009 2009 2008 2009 2008   (Utili) perdite su cessioni di beni immobili, impianti e attrezzature $ (1 ) $ 12 $ 4 $ 54 $ (66 ) (Utili) perdite associate a variazioni dei tassi di cambio 5 28 (8 ) 30 25 Perdita (credito) sulla scorporazione di Aptina (12 ) 53 — 41 — Altro   (6 )   (1 )   (1 )   (18 )   (50 ) $ (14 ) $ 92   $ (5 ) $ 107   $ (91 ) In data 10 luglio 2009, la società ha venduto a Riverwood Capital (“Riverwood”) e a TPG Capital (“TPG”) una quota di compartecipazione del 65% in Aptina Imaging Corporation (“Aptina”), una consociata interamente controllata della società, nonché una componente importante del suo segmento imaging. Ai sensi dell’accordo di cui sopra, la società ha percepito approssimativamente 35 milioni di dollari in contanti e ha mantenuto una quota di compartecipazione di minoranza del 35% in Aptina, mentre Riverwood e TPG hanno versato un capitale senza debiti di entità cospicua a favore della società privata indipendente. In relazione a ciò, nel terzo trimestre dell’esercizio 2009, la società ha registrato un onere di 53 milioni di dollari, la perdita stimata associata alla transazione, per la rettifica di taluni beni immateriali, beni immobili, impianti e attrezzature di Aptina, conformemente al loro valore equo stimato. I risultati d’esercizio della società nel quarto trimestre dell’esercizio 2009 includono un credito di 12 milioni di dollari quale adeguamento delle perdita stimata al risultato negativo finale di 41 milioni di dollari. La società contabilizzerà la propria quota di compartecipazione in Aptina secondo il metodo equity e continuerà a fabbricare prodotti per Aptina ai sensi di un accordo per la fornitura di wafer. La voce “Altro” nella tabella soprastante include un utile di 38 milioni di dollari nel primo trimestre dell’esercizio 2008 in ricevute da parte del governo statunitense in relazione alle tariffe antidumping contro i prodotti per memorie importati negli Stati Uniti. (5) Le imposte sul reddito per gli esercizi 2009 e 2008 rispecchiano principalmente le imposte gravanti sulle operazioni extrastatunitensi della società e il minimo d’imposta alternativo previsto dalla normativa fiscale degli Stati Uniti. La società gode dell’opzione per il recupero di detrazioni, la cosiddetta ‘valuation allowance’ sulle imposte nette differite associate alle operazioni statunitensi. Le imposte gravanti sulle operazioni statunitensi negli esercizi 2009 e 2008 sono state ampiamente compensate dai cambiamenti apportati alla ‘valuation allowance’. (6) Nel primo trimestre dell’esercizio 2009, la società ha acquisito da Qimonda AG una quota del 35,5% circa delle azioni ordinarie in circolazione di Inotera Memories, Inc. (“Inotera”) in una serie di transazioni al prezzo di 398 milioni di dollari. I risultati d’esercizio della società per il quarto e il terzo trimestre dell’esercizio 2009 e per l’intero esercizio 2009 comprendono degli oneri pari a rispettivamente 31, 43 e 130 milioni di dollari associati alla partecipazione patrimoniale alle perdite nette di Inotera. Il valore di riporto dell’investimento della società in Inotera ammontava al 3 settembre 2009 a 229 milioni di dollari. In relazione a detta acquisizione, la società ha perfezionato un contratto di finanziamento con Nan Ya Plastics Corporation (“NPC”), con il quale NPC ha concesso un prestito alla società per un montante figurativo di 200 milioni di dollari, i cui ricavi sono stati destinati al pagamento di parte del prezzo di acquisto delle azioni di Inotera. La società ha perfezionato inoltre un contratto di finanziamento con Inotera, con il quale Inotera ha concesso un prestito alla società per un montante figurativo di 85 milioni di dollari. Il prestito concesso da Inotera è stato ripagato nel terzo trimestre dell’esercizio 2009 in conformità ai termini del prestito stesso. I prestiti sono stati registrati in base al loro valore equo e rispecchiano uno sconto aggregato pari a 31 milioni di dollari sugli importi nominali. Lo sconto aggregato è stato registrato come riduzione dell’investimento della società in Inotera. (7) Per integrare i propri conti economici consolidati presentati su base GAAP, la società impiega parametri non GAAP per il margine lordo, che vengono adeguati per escludere i costi associati al capitale improduttivo attribuibili a Inotera e a IM Flash Singapore e gli effetti delle rettifiche a carico degli inventari. Il management non considera tali oneri nella valutazione delle principali attività aziendali. Inoltre, il management ritiene che tali parametri non GAAP siano utili per gli investitori in quanto essi consentono loro di valutare in maniera più accurata i cambiamenti a carico del margine lordo e dei risultati d’esercizio conseguiti dalla società in diversi periodi. Tali parametri vanno considerati in aggiunta ai risultati redatti in conformità ai principi di contabilità generalmente accettati, ma non devono essere considerati quali parametri sostitutivi o superiori ai risultati GAAP. I parametri finanziari non GAAP presentati dalla società potrebbero discostarsi dai parametri finanziari non GAAP presentati da altre aziende. (8) Nel terzo e nel secondo trimestre dell’esercizio 2009, la società ha ricevuto rispettivamente 104 e 97 milioni di dollari in ricavi da prestiti a scadenza dal Comitato per lo Sviluppo Economico (Economic Development Board, EDB) di Singapore. I ricavi derivati dai prestiti sono stati destinati ad ulteriori contributi a favore della consociata in joint-venture della società TECH Semiconductor. Ai sensi del contratto di finanziamento, TECH destinerà i ricavi derivati dal contributo patrimoniale della società all’acquisto di beni per la produzione e al raggiungimento di determinati obiettivi di produzione annessi all’implementazione della produzione mediante processi avanzati. Il prestito contiene una clausola che limita l’importo dell’indebitamento contraibile da TECH senza la previa autorizzazione dell’EDB. Il prestito è garantito dalle azioni di TECH detenute dalla società fino al 66%, come limite massimo, delle azioni in circolazione di TECH. Nel terzo trimestre dell’esercizio 2009, la società ha emesso 230 milioni di dollari in titoli privilegiati convertibili al 4,25% che giungeranno a maturazione il 15 ottobre 2013 (nel seguito denominati i “titoli privilegiati”). ll tasso di conversione iniziale per i titoli privilegiati è pari a 196.7052 azioni ordinarie per $1.000 di montante figurativo in titoli privilegiati. Ciò corrisponde ad un prezzo di conversione iniziale di $5,08 circa per azione ordinaria. I titolari dei titoli privilegiati potranno convertire gli stessi in qualsiasi momento prima della maturazione, salvo riscatto o riacquisto precedente. La società potrà riscattare tutti o parte dei titoli privilegiati in qualsiasi momento dopo il 19 aprile 2012 se l’ultimo prezzo di vendita dichiarato delle azioni ordinarie risulterà pari ad almeno il 135% del prezzo di conversione per un periodo di tempo prespecificato. In concomitanza con l’offerta dei titoli privilegiati, la società ha perfezionato delle transazioni con opzione d’acquisto con cap (nel seguito denominate le “transazioni cap”) con un prezzo d’esercizio iniziale pari ad approssimativamente $5,08 per azione, previ determinati adeguamenti, il che corrisponde al prezzo di conversione iniziale dei titoli privilegiati. Le transazioni cap hanno un prezzo di cap di $6,64 per azione e coprono, previ adeguamenti anti-diluizione simili a quelli dei titoli privilegiati, un totale combinato di 45,2 milioni di azioni ordinarie circa. Le transazioni con opzione di acquisto con cap sono intese a ridurre la potenziale diluizione alla conversione dei titoli privilegiati. Tuttavia, se il valore di mercato per azione delle azioni ordinarie, misurato secondo i termini delle transazioni cap, dovesse eccedere il prezzo di cap applicabile della transazioni cap, vi sarebbe una diluizione pari allo scarto corrente tra il valore di mercato per azione delle azioni ordinarie e i prezzo di cap. La società ha destinato 25 milioni di dollari circa dei ricavi netti generati dall’emissione e dalla vendita dei titoli privilegiati all’acquisto delle transazioni cap. Le transazioni cap scadono nell’ottobre e nel novembre del 2012. (9) Nel terzo trimestre dell’esercizio 2009, la società ha venduto 69,3 milioni di azioni ordinarie al prezzo di $4,15 per azione in un’offerta pubblica registrata. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Micron Technology, Inc.Relazioni con gli investitoriKipp A. Bedard, 208-368-4465kbedard@micron.comoppureRelazioni con i mediaDaniel Francisco, 208-368-5584dfrancisco@micron.com