MI FACCIA IL PIENO
DI BUCCE D’ARANCIA

7 Aprile 2005, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo articolo esprime esclusivamente il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) – Ricordate le ultime scene del film Ritorno al futuro? Doc, lo scienziato pittoresco interpretato da Christopher Lloyd, faceva funzionare la macchina del tempo, una Delorean riadattata per la bisogna, con la spazzatura. In questo modo poteva fare a meno del plutonio. Americanate? Roba da film per ragazzini? Non secondo la Ener1.

I tecnici della società di Fort Lauderdale sono convinti di poter estrarre una qualche forma di carburante per automobili dalla buccia degli agrumi. Ne sono talmente certi che hanno lanciato un progetto da oltre un milione di dollari. La società non-profit Florida Hydrogen Initiative ci ha messo altri 550mila dollari per aiutare Ener1 a completare il programma entro il prossimo anno.

La materia prima non manca. Nel Sunshine State, come viene chiamato in America, ogni anno vengono prodotte 8 milioni di tonnellate di bucce d’arancia: una parte viene utilizzata come mangime per gli animali; il resto finisce nella spazzatura. Poterle in qualche modo riconvertire risolverebbe due problemi. «Potremmo avere una fonte di energia alternativa e risolvere una questione ambientale», spiega Pankaj Dingra, presidente di Ener1.

L’idea piace anche Jim Griffiths, presidente della Citrus Grower Association. L’associazione raccoglie i coltivatori locali che, ogni anno, producono abbastanza arance per coprire il 50% della richiesta mondiale. «Abbiamo bisogno – dice Griffiths – di un prodotto che sostituisca la benzina. Questo sembra un passo verso la direzione giusta. Se gli avanzi delle arance potessero aiutare, sarebbe grandioso».

Non è un caso che il progetto venga portato avanti in Florida. Lo Stato del Sole è ormai diventato un laboratorio permanente per lo studio delle fonti di energia alternativa. A febbraio, per esempio, il governatore Jeb Bush (fratello di George W.) è stato aiutato dalla Ford a impiantare la prima stazione di servizio per autobus a idrogeno.

Copyright © Finanza & Mercati per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved