MERRILL LYNCH: UTILI AZIENDALI A +20% NEL 2002

16 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Merrill Lynch prevede che gli utili operativi delle societa’ dell’S&P 500 calino del 16% nel 2001, ma aumentino di quasi il 20% l’anno prossimo.

Dovrebbero essere toccati pesantemente i settori delle telecomuncazioni (-56%), delle materie prime (-54%), dei prodotti ciclici (-25%), gli industriali (-10%) e i finanziari (-7%), ma per quest’anno i risultati peggiori saranno quelli del settore high tech – con un calo degli utili del 73% dovuto alla debolezza della domanda alla bassa capacita’ di utilizzo degli impianti.

I nuovi ordini per le apparecchiature high tech sono scesi del 25% annuo nel primo trimestre, ma i dati di aprile e maggio indicano che il calo del secondo trimestre potrebbe aver raggiunto il 40%.

Merrill Lynch prevede quindi che la spesa per la tecnologia scenda di nuovo nel terzo trimestre, ma spera in una stabilizzazione per gli ultimi tre mesi del 2001. Quest’anno dovrebbe essere la prima volta in 43 anni che la spesa high tech si riduce.

Tra i settori che invece dovrebbero notare un aumento degli utili quest’anno: energia – con un possibile balzo del 31% – sanita’ (+14%) e servizi pubblici (+13%).

L’anno prossimo la ripresa degli utili dovrebbe toccare principalmente gli high tech e Merrill Lynch prevede addirittura un aumento del 150% .

Le apparecchiature tecnologiche, infatti sono soggette a un rapido deprezzamento e, considerando l’effetto di rafforzamento della produttivita’ della spesa high tech, le societa’ dovrebbero iniziare a migliorare il proprio budget per la spesa tecnologica appena la situazione degli utili aziendali migliorera’.

Le infrastrutture per le telecomunicazioni, pero’, dovrebbero essere l’ultimo tassello del settore high tech a segnare una ripresa anche perche’ gli utili del settore dei servizi telecom potrebbero scendere di oltre il 50% quest’anno.