MERRILL LYNCH NON NE AZZECCA UNO SU CENTO

8 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Solo uno dei 107 titoli Internet seguiti da Merrill Lynch nel 2000 ha chiuso l’anno in positivo. Research in Motion (RIMM) ha infatti guadagnato per l’anno il 75%, mentre il secondo classificato, Bottomline Technologies (EPAY) ha perso il 28%.

Sette titoli sono stati penalizzati del 99% o piu’; il 35% e’ sceso del 95%. Ben 100 delle societa’ seguite hanno registrato una perdita del 50% del valore delle azioni.

Il futuro, poi, non sembra promettere nulla di meglio.

Henry Blodget, analista del settore Internet per Merrill Lynch ha infatti avvertito gli investitori che la situazione che ha colpito il comparto e’ destinata a rimanere tale fino al secondo trimestre del 2001.

L’unica buona notizia: le valutazioni dei titoli Internet sono diventati attraenti per la prima volta e per le societa’ principali la prospettiva sul lungo priodo e’ positiva.

“La spesa pubblicitaria dovrebbe riprendere nella seconda parte dell’anno”, ha commentato Blodget, “e il commercio elettronico dovrebbe cosi’ mostrare una crescita solida”.

(Vedi Abby Cohen, stella cadente a Wall Street)