MERRILL LYNCH NON CREDE NEL NASDAQ EUROPE

5 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Pessimista sul futuro dell’Easdaq, la banca d’affari Merrill Lynch (MER – Nyse) ha annunciato la fine delle proprie attivita’ di market-making, ovvero eseguire ordini di compravendita determinando l’andamento dei prezzi, sul listino paneuropeo, principalmente in seguito al significativo declino registrato nei volumi delle contrattazioni.

Lo ha riferito Jon Humphreys, portavoce di Merrill Lynch, aggiungendo che il broker ha deciso di interrompere le operazioni di market-making dopo essersi gia’ ritirato lo scorso febbraio da circa la meta’ dei titoli scambiati sull’Easdaq.

La decisione presa dalla banca d’affari giunge poco prima del lancio della nuova piattaforma Nasdaq-Europe, cosi’ rinominata dopo che l’americana Nasdaq ha acquistato una quota di controllo nell’Easdaq, l’azionario paneuropeo con base a Bruxelles, il cui lancio e’ atteso per l’8 giugno prossimo.