Merkel, nucleare solo come “transizione energetica”

6 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il cancelliere tedesco Angela Merkel difende la proposta del Governo di estendere la vita media degli impianti nucleari in Germania. Il cancelliere tedesco, consapevole delle preocuppazioni di molti tedeschi promette che tecnologia nucleare civile resterebbe solo una “transizione”. Il governo di coalizione liberal-conservatrice di Angela Merkel è arrivato nella scorsa notte ad un compromesso per estendere di dodici anni la vita media di 17 reattori nel Paese, fino a 14 anni in base agli standard tecnici e quindi oltre la data obiettivo nel 2022 fissata dai Verdi e socialdemocratici quando erano al potere. “Abbiamo bisogno di nucleare e carbone come transizione energetica”, ha detto la Merkel in una conferenza stampa a Berlino, assicurando poi che prende molto “sul serio” le preoccupazioni della popolazione tedesca che è ostile all’energia derivante dall’atomo. Il nucleare civile sarà utilizzato “solo per il tempo necessario” per arrivare “all’era delle energie rinnovabili”, ha detto il cancelliere tedesco. Intanto, le organizzazioni ambientaliste si preparano ad una grande protesta contro il nucleare il 18 settembre a Berlino.