Merck, anche Carlyle in gara per i «generici»

9 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il gruppo di private equity Carlyle sta valutando di presentare un’offerta per la divisione farmaci generici della tedesca Merck, un affare valutato in almeno 4 miliardi di euro. Lo riferisce una fonte vicina alla vicenda. Ci si attende che altri operatori di private equity si facciano avanti per il business di Merck, che la società tedesca vuole vendere per focalizzarsi sulle attività più profittevoli e tagliare il debito contratto per l’acquisizione di Serono. Secondo il Financial Time Deutschland, in corsa per la divisione ci sono, al momento, due consorzi, il primo formato da Bain Capital e Apax Partners, l’altro che vede insieme Kohlberg Kravis Roberts & Co. e Warburg Pincus. Il business dei farmaci generici di Merck, il terzo per dimensioni al mondo, nel 2006 registra vendite per 1,8 miliardi di euro.