MERCATO ORSO: I CONSIGLI DEGLI ESPERTI

29 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Per sapere come comportarsi in un mercato orso gli esperti suggeriscono di analizzare innanzitutto il proprio portafoglio.

Molti fondi comuni hanno investito almeno il 30% in high-tech; aggiungere un’esposizione ulteriore puo’ essere rischioso.

“Se la tecnologia e’ il 30% del portafoglio, e’ circa la stessa percentuale del mercato”, ha commentato il consulente finanziario Malcolm Makin.

Prima di vendere i titoli perdenti, Makin suggerisce di chiedersi se la societa’ o il fondo erano validi quando sono stati acquistati. “Se avete buone societa’ che hanno perso di valore, non vendetele ora”, consiglia.

Non e’ mai una buona idea vendere nel mezzo del panico anche perche’ il mercato di solito si riprende un po’ dopo giornate di svendite.

James Cramer, ex gestore di hedge fund e ora giornalista di TheStreet.com, consiglia pero’ di vendere in perdita – soprattutto titoli high-tech – per evitare ulteriori perdite e per diversificare.

“Si puo’ ancora perdere denaro sul mercato – ha commentato – non e’ mai troppo tardi per andarsene”.

“Sembra esserci l’emozione della tecnologia, ma investire significa basso rischio e alti guadagni, non emozioni”.

Tra i titoli che consiglia Cramer, Ford, (F – Nyse), Philip Morris (MO – Nyse) e 3M (MMM – Nyse).

Per quanto riguarda il modo di rifarsi delle perdite subite, si deve considerare che un guadagno del 100% recupera una perdita del 50%.
Se si dovessero muovere gli investimenti in certificati di deposito, al tasso del 5% occorrerebbero 14 anni per tornare in pareggio.

I titoli obbligazionari sono leggermente piu’ convenienti, poiche’ molti esperti ne prevedono un aumento dei prezzi con il rallentamento dell’economia. I prezzi pero’ sono gia’ saliti parecchio e un T-bond a lungo termine offre solo il 5,3%.

L’errore peggiore pero’ sarebbe quello di lanciarsi in investimenti piu’ rischiosi perche’ possono significare ulteriori perdite.

La mossa migliore per rifarsi delle perdite e’ quella di dividere il proprio portafoglio tra titoli azionari, obbligazioni e titoli del mercato monetario e di risparmiare di piu’, ad esempio attraverso i fondi pensione.

Makin quindi sconsiglia di alleggerire il portafoglio titoli – a meno che non sia strettamente necessario – e di aspettare. O, addirittura di approfittare dei prezzi e di acquistare.