MERCATO CHI?

1 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 1 mar – I cachet milionari di Baudo e Hunziker al Festival di Sanremo e le relative deroghe alla finanziaria hanno fatto insorgere ieri non solo i lavoratori precari e numerosi parlamentari ma perfino il presidente del Coni Petrucci. A tutti ha replicato oggi il presidente della Rai, Petruccioli. “Se dovesse contenere gli incarichi artistici entro i limiti indicati dal comma 593 della finanziaria – questo il passo principale di una lunga dichiarazione – la Rai dovrebbe coprire con repliche gran parte delle sue ore di programmazione”. “La Rai – ha aggiunto Petruccioli – non ha chiesto nessuna deroga o facilitazione: ha solo fatto presente, come molte società partecipate, i problemi che si è trovata di fronte. La Rai ha l’obbligo di rispettare ogni vincolo che il Parlamento ritenga di stabilire. Naturalmente non può modificare con atto unilaterale le realtà del mercato. Gli obblighi di legge, qualora non consentano di accedere al mercato, si tradurranno allora inevitabilmente in ridimensionamento del prodotto e dell’offerta. Non c’è artificio demagogico che possa rendere meno ferreo questo elementare dato di fatto”.