MERCATI USA: SALGONO TITOLI DI VIDEOCONFERENZE

17 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il comparto aereo e’ in forte calo sui mercati finanziari, ma il rischio di diminuzione dei viaggi aerei equivale a grosse possibilita’ per le societa’ di videoconferenze.

Polycom (PLCM – Nasdaq), societa’ che produce apparecchi e software per la comunicazione via video, ha visto il proprio titolo aumentare di oltre il 36% a $26,15 e viene ora trattato a $26. Le azioni PictureTel (PCTL – Nasdaq) hanno guadagnato il 15,7% a quota $5,30 e ora vengono scambiate a $5 , mentre il titolo ACT Teleconferencing (ACTT – Nasdaq) e’ balzato in avanti del 43% a $7,15. Ora e’ a $7.

La richiesta di servizi di videoconferenza e’ aumentata durante la scorsa settimana, dopo l’attacco terroristico che ha distrutto le torri gemelle del World Trade Center e ha colpito il Pentagono, mentre aziende e famiglie cercavano di contattare dipendenti, amici e parenti e i mezzi di soccorso cercavano di coordinare i soccorsi. Due giorni di congelamento dello spazio aereo sugli USA ha poi spinto le societa’ a trovare metodi alternativi per mantenere gli incontri e contattare i propri clienti. Gli investitori stanno poi scommettendo che i viaggi di lavoro saranno sempre piu’ sostituiti da incontri in videoconferenza.

VSPAN, una societa’ in mano privata che coordina servizi di conferenza video, audio e Web, solitamente conta 3500 clienti al giorno, ma ha registrato la scorsa settimana un aumento del 30%-40% del traffico. Prevede ora nel breve termine il raddoppio degli affari.

“La tragedia stessa, l’incapacita’ di raggiungere luoghi lontani e la mancanza di contatti probabilmente avra’ un impatto sull’uso della tecnologia, anche perche’ i viaggi sono ora rischiosi o poco pratici”, ha commentato Jules Devgne di Polycom.