MERCATI USA: IL TREND RIMANE AL RIALZO

7 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

I livelli di supporto di 1.240 per lo Standard & Poor’s e di 2.050 per il Nasdaq non sono stati rotti, quindi, secondo Leigh Stevens di Miles & Co. il trend generale verso la crescita rimane intatto.

Per quanto riguarda l’S&P 500, l’indice si e’ mantenuto al di sopra dell’ultimo significativo minimo, quindi significa che gli investitori sono interessati ad acquistare allo stesso livello di prezzo del precedente calo, innescando un trend verso l’alto.

Anche per il Nasdaq Composite si e’ assitito alla stessa inversione al rialzo al livello dell’ultimo significativo minimo. I livelli di resistenza immediata sono prossimi e Stevens prevede che la spinta possa farli superare.
La quota di 2.300 deve pero’ essere oltrepassata in chiusura per poter raggiungere il suo target di 2.500 per il Nasdaq.

Poiche’ Stevens utilizza l’indice Russell 2000 come indicatore del Nasdaq, l’analista prevede questa settimana la sua chiusura al di sopra dei 520 punti. Questo dovrebbe portare a una crescita dei prezzi di alcuni titoli dell’indice high tech.

Tra i titoli che l’analista suggerisce: General Electric (GE – Nyse), Intel (INTC – Nasdaq), Broadcom (BRCM – Nasdaq), Oracle (ORCL – Nasdaq), Siebel Systems (SEBL – Nasdaq), Cisco Systems (CSCO – Nasdaq), LSI Logic (LSI – Nyse) e Microsoft (MSFT).