MERCATI: OCCHI PUNTATI SU DOLLARO E GREGGIO

17 Agosto 2008, di Redazione Wall Street Italia

Petrolio in calo e dollaro in rialzo. E’ su queste due variabili che i mercati azionari concentreranno da lunedi’ le loro attenzioni. E mentre anche sull’Europa aleggia lo spettro della recessione, cresce l’attesa per l’indice Zew, il dato sulla fiducia degli investitori tedeschi, che ad agosto potrebbe evidenziare un calo ai minimi da sempre. Intanto i trader tornano dopo oltre un anno a scommettere sul rialzo del biglietto verde contro l’euro.

Dopo una settimana caratterizzata dalla brusca frenata del Pil del Giappone e dalla prima contrazione nella storia dell’economia di Eurolandia nel secondo trimestre, domani l’attenzione delle Borse sara’ tutta rivolta alla dinamica del petrolio e del dollaro. Il greggio e’ sceso ieri sotto 114 dollari, ma il cammino dell’oro nero resta volatile e gli investitori continuano ad essere cauti mentre dalle prime indicazioni – in vista del vertice del 9 settembre – l’Opec potrebbe decidere di ridurre le proprie quote produttive.

Intanto secondo gli analisti si e’ ad un punto di svolta fondamentale per il biglietto verde. Goldman Sachs sostiene che il dollaro abbia toccato il fondo nei confronti del dollaro e prevede che si rafforzera’ a 1,45 in tre mesi.