Società

MERCATI FINANZIARI: REPORT DAILY:
01-09-06

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Il contenuto di questo articolo esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) – Punti Principali
• Attesi i dati sul mercato del lavoro Usa.
• Tassi in calo in Usa ed Europa
• Dollaro recupera verso euro

Oggi in area Euro sono attesi i dati relativi al Pmi del settore manifatturiero. Dopo la flessione dell’indice Ifo, il dato dovrebbe evidenziare un rallentamento con probabile ridimensionamento della sottocomponente relativa alla produzione ed ai nuovi ordini. Negli Usa attenzione focalizzata sui dati sul mercato del lavoro che, dopo le deludenti indicazioni fornite dall’indie della fiducia dei consumatori in merito all’occupazione, potrebbe risultare inferiore al consensus di Bloomberg News.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Tassi di Interesse: ieri i movimenti sul mercato obbligazionario hanno risentito delle parole pronunciate da Trichet in occasione della conferenza stampa successiva alla riunione. I toni ancora hawkish del capo della Bce, preoccupato per l’inflazione in un contesto di crescita ancora robusta, hanno generato temporanee vendite sui contratti Euribor a 3 mesi. Gli operatori continuano a scontare l’ipotesi di altri due rialzi da 25 pb entro fine anno in occasione delle riunioni di ottobre e di dicembre. Sul comparto a lungo sono tornati gli acquisti a seguito di ricoperture da parte di posizioni in spread vs il decennale Usa in prossimità dei 100bps di spread. Prosegue l’appiattimento della curva sul tratto 2-10 anni con il differenziale che si è posizionato in prossimità dei 24 pb. Negli Usa tassi di interesse ancora in lieve calo sulla scia di indicazioni favorevoli sul fronte prezzi ed in attesa del dato sul mercato del lavoro di oggi per il quale le attese sono piuttosto pessimiste dopo il deludente dato sulla fiducia dei consumatori. Molta attenzione sarà posta anche sulla dinamica salariale. Il mercato obbligazionario sta scontando l’ipotesi di forte rallentamento dell’economia. Basterebbe oggi un dato anche lievemente superiore alle attese per innescare profit taking in vista del ponte lungo dell’Indipendence Day di lunedì.

Valute: Dollaro in recupero verso Euro. Dati sul mercato del lavoro lievemente inferiori alle attese potrebbero portare il cross fino alla soglia di 1,2865/1,29. Occorre comunque fare attenzione alla possibilità di prese di profitto sulle corpose posizioni nette lunghe da parte degli operatori speculativi. Lieve recupero dello Yen dopo il deprezzamento delle sedute precedenti. In particolare contro Euro, potremmo vedere alcune sedute di recupero poiché la configurazione tecnica favorirebbe l’apertura di posizioni corte sul cross con primo obiettivo a 149,5 circa.

Materie Prime: pressoché invariate le quotazioni petrolifere in attesa di nuovi sviluppi sul fronte iraniano. Ieri è scaduto l’ultimatum dell’Onu, con il presidente iraniano che ha ribadito che il paese non tornerà sui suoi passi e continuerà nella sua ricerca sul nucleare. Continuano a salire le quotazioni del nichel dopo che le scorte monitorate dal Lme sono scese del 12% rispetto al 30 agosto. In Cile i lavoratori della miniera Escondida hanno deciso di accettare un nuovo contratto e di porre fine allo sciopero. Le quotazioni del rame ieri hanno però chiuso guadagnando il 3%, dietro la speculazione di un aumento della domanda di cavi elettrici da parte di Cina ed Usa.

Copyright © MPS Finance per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved