Società

MERCATI FINANZIARI: REPORT DAILY: 24-07-06

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Il contenuto di questo articolo esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) –
• Tornano a salire i rendimenti in Usa, in attesa delle aste che si terranno durante la settimana.

• Dollaro sostanzialmente stabile contro Euro ed Yen.
• Poco mosso il prezzo del petrolio, in attesa di conoscere nuovi sviluppi della situazione in Medio Oriente.

Con INSIDER puoi guadagnare in un mese piu’ del tuo stipendio di un anno. Clicca sul
link INSIDER

I principali dati in calendario nella giornata odierna saranno quelli relativi ai prezzi al consumo per il mese di luglio nei laender tedeschi. I dati dovrebbero confermare un lieve rallentamento del tendenziale tedesco, anche se il dato armonizzato dovrebbe registrare un tasso di crescita al 2% a/a, invariato rispetto a giugno. Durante la settimana sempre in area Euro sono attesi i dati relativi all’inflazione italiana di luglio, l’indice Ifo tedesco del mese in corso e l’aggregato monetario M3 di giugno. I dati relativi all’inflazione e alla moneta saranno particolarmente monitorati soprattutto in vista della riunione della Bce del 3 agosto prossimo. Qualora entrambi i dati fossero superiori alle attese l’ipotesi di un rialzo da 25 pb in occasione della suddetta riunione diverrebbe più concreta. In Usa, i primi dati degni di nota saranno diffusi nella giornata di martedì con la fiducia dei consumatori e la vendita di case esistenti. Venerdì sono in calendario la seconda lettura del Pil del secondo trimestre 2006, che dovrebbe confermare il rallentamento in atto, ed il deflatore della spesa per consumi, che dovrebbe registrare una calmierazione rispetto al trimestre precedente. Mercoledì e giovedì il Tesoro Usa collocherà sul mercato bond con scadenza 2 e 5 anni.

Tassi di Interesse: in area Euro la giornata di venerdì si è conclusa con un ulteriore calo dei rendimenti su tutte le scadenze. Poco mossa la pendenza di curva. Stabili le break even inflation, in attesa dei primi dati sui prezzi dell’area Euro per il mese di luglio e relativi ai laender tedeschi. In rialzo i rendimenti sui treasuries Usa, con il rendimento decennale che dopo aver quasi raggiunto il supporto del 5%, ha messo a segno un rimbalzo ritornando in area 5,05%. Durante la seduta odierna, in assenza di dati macro di rilievo negli Usa, riteniamo si possa assistere ad un consolidamento, con i rendimenti che dovrebbero rimanere nel range 5 – 5,10% in attesa dei dati di domani.
Le aspettative di inflazione continuano a rimanere stabili, con tendenza a diminuire sul tratto a 5 anni piuttosto che sul 10. La curva continua a rimanere invertita, con lieve incremento della pendenza.

Valute: continua la debolezza del Dollaro post audizione di Bernanke. L’Euro/Dollaro rimane ancora sotto l’area di resistenza 1,27 con probabilità di salire a 1,28 entro inizio agosto. I dati relativi all’inflazione dei laender tedeschi potrebbero aumentare la volatilità del cross. Fino a quando non sarà più chiaro se la Fed farà una pausa nella sessione di agosto, la tendenza di fondo è un’oscillazione del cross nel range 1,24 – 1,285. Dopo il rafforzamento dello Yen contro Dollaro nella seduta di venerdì, in nottata lo Yen è tornato a deprezzarsi. Se lo Yen si mantiene al di sopra di 115,85 non è escluso che tocchi il 118,5. In Giappone non sono previsti dati macro di rilievo fino a mercoledì, pertanto il cross dovrebbe rimanere stabile o quantomeno essere esposto a movimenti di riflesso delle altre valute principali.

Materie Prime: sostanzialmente stabile il prezzo del petrolio, con gli operatori che stanno speculando sul possibile arrivo delle forze multinazionali in Libano. In calo le quotazioni dell’oro che a chiuso la settimana a 633,1 $ l’oncia.

Copyright © MPS Finance per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved