Società

MERCATI FINANZIARI: REPORT DAILY: 03-08-06

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Il contenuto di questo articolo esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) –
• Attesa la riunione della Bce
• Tassi di interesse stabili in area Euro, in lieve caso in Usa.

• Dollaro in recupero vs. Euro in attesa della riunione della Bce.

Oggi è attesa la riunione della Bce che dovrebbe procedere con un rialzo dei tassi di 25 pb. Molto importante sarà anche la conferenza stampa che Trichet terrà alla fine della riunione, in cui dovremmo trarre indicazioni circa le future mosse di politica monetaria. Negli Usa particolarmente atteso l’indice Ism non manifatturiero che potrebbe confermare i segnali di rallentamento dell’economia. Particolarmente importante sarà la dinamica della componente occupazionale in vista dei dati sul mercato del lavoro di domani.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Tassi di Interesse: stabili i rendimenti dei titoli obbligazionari europei, con lo spread sul tratto 2-10 rimasto intorno ai 42 pb. Oggi pressioni potrebbero giungere dopo la riunione della Bce ed in particolare se il capo dell’istituto fa intravedere la possibilità di una continuazione del ciclo di rialzi durante l’ultima parte dell’anno.

Negli Usa tassi di mercato in lieve calo soprattutto sulla scadenza decennale che ha raggiunto il supporto importante a quota 4,95%. Sulla parte a lunga ed a lunghissimo termine non ha avuto impatto di rilievo l’annuncio del Tesoro Usa di raddoppio della frequenza annuale delle emissioni trentennali (da semestrali a trimestrali) a partire dal 2007. La prossima settimana vi saranno emissioni sul comparto a 3, 10 e 30 anni per un totale di 44Mld$. Un eventuale dato Ism non manifatturiero inferiore alle attese potrebbe impattare soprattutto sul comparto biennale comportando un ridimensionamento dei tassi. Sul comparto decennale il livello del 4,95% potrebbe risultare un supporto per ora ancora non valicabile, in attesa almeno dei dati sul mercato del lavoro di domani.

Valute: Dollaro in recupero vs. Euro dopo aver toccato il massimo relativo di 1,2835. Gli operatori attendono in modo pressoché unanime un ennesimo rialzo dei tassi della Bce ma allo stesso tempo, laddove i toni di Trichet dovessero essere più morbidi, potrebbe in parte rientrare l’attesa di tassi al 3,5% per fine anno. Queste considerazioni potrebbero comportare prese di profitto sull’Euro che potrebbero portare il cross fino al supporto rilevante di 1,265. Per quanto concerne lo Yen, continuiamo a ribadire il supporto vs. Dollaro in area 113,5/115.

Materie Prime: sale ancora il prezzo del petrolio. Il timore che la tempesta Chris già oggi diventi uragano ed il calo delle scorte di greggio Usa hanno spinto al rialzo le quotazioni petroliferi, chiudendo la sessione in prossimità dei 76 $/b. Nella settimana conclusasi il 28 luglio le scorte di greggio sono scese di 1,8 Mln di barili, mentre quelle di benzine di 1,6 Mln, rimanendo sopra la media del 2005, ma sotto quella del 2003 e 2004.

Copyright © MPS Finance per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved