Mercati, Nasdaq a 6.000 punti ed euro sopra $1,09

25 Aprile 2017, di Daniele Chicca

I mercati finanziari riprendono la via dei rialzi in seguito allo sbandamento mattutino fisiologico dopo il grande balzo di ieri, con le valute più rischiose come l’euro che riescono ad allungare. I trader si concentrano sulle operazioni di M&A e le tante trimestrali positive, lasciando da parte i timori legati alle incertezze politiche e geopolitiche. La Corea del Nord ha sfidato ancora una volta gli Stati Uniti, che non hanno intenzione di stare a guardare. Il presidente Donald Trump ha convocato d’urgenza alla Casa Bianca 100 senatori per discutere del da farsi. Le navi da guerra americane sono state dispiegate al largo delle acque della penisola coreane per condurre esercitazioni militari congiunte con il Giappone, un paese in cui non a caso sta crescendo la domanda di bunker e altri sistemi di sicurezza anti nucleare.

Anche se ieri i mercati azionari hanno fatto rialzi in alcuni casi del 4% (CAC e Ftse MIB) toccando nuovi record assoluti (Dax), spinti dalle banche, agli analisti e commentatori non è piaciuto il discorso già celebratorio tenuto da Emmanuel Macron dopo la vittoria al primo turno e la sua uscita di uno dei ristoranti più di classe di Parigi (La Rotonde). Con il suo comportamento il leader del movimento En Marche!, secondo politologi e media francesi, non ha mostrato maturità e farebbe invece meglio a dimostrarsi combattivo nel suo tentativo di appello a fare fronte unito contro Marine Le Pen. In Usa il Nasdaq ha raggiunto e superato per la prima volta i 6 mila punti.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 25 Aprile 20179:55

L’euro si rafforza ancora contro il dollaro dopo aver raggiunto ieri i massimi di cinque messi, sulla scia dell’esito favorevole del primo turno alle elezioni francesi: il candidato filo europeista Emmanuel Macron è arrivato primo con il 24% dei voti. Al ballottaggio per lui il rischio è di un alto tasso di astensionismo e di non riuscire a conquistare l’elettorato dei meno abbienti e dei francesi che hanno un sentimento maggiormente anti establishment.

Daniele Chicca 25 Aprile 20179:56

La Borsa di Milano cede lo 0,34% nei primi 45 minuti di scambi, in rosso anche Parigi, mentre Londra e Francoforte riescono a guadagnare qualcosina rispetto al riferimento.

Daniele Chicca 25 Aprile 201710:01

Diverse le trimestrali pubblicate in gironata tra cui quelle di Ericsson, Novartis e Volvo. La casa automobilistica svedese fa un balzo del 6% in Borsa dopo aver annunciato un profitto trimestrale di 4,8 miliardi di corone svedesi, meglio delle attese degli analisti. La società ha confermato l’outlook per il mercato americano ed europeo, pur dicendo di vedere segnali positivi dall’incremento della domanda nell’America del Nord.

Daniele Chicca 25 Aprile 201710:13

Diverse le trimestrali pubblicate in gironata tra cui quelle di Ericsson, Novartis e Volvo. La casa automobilistica svedese fa un balzo del 6% in Borsa dopo aver annunciato un profitto trimestrale di 4,8 miliardi di corone svedesi, meglio delle attese degli analisti. La società ha confermato l’outlook per il mercato americano ed europeo, aggiungendo di aver rilevato la presenza di segnali positivi dall’incremento della domanda nell’America del Nord.

Daniele Chicca 25 Aprile 201710:46

Il dollaro canadese si sta indebolendo ai minimi da dicembre sul biglietto verde dopo che gli Usa hanno fatto sapere che imporranno tariffe doganali del 20% sui prodotti canadesi di legno da costruzione. Il dollaro Usa scambia a 1,3552 dollari canadesi al momento, contro il valore di $1,3408 precedente all’annuncio. La misura annunciata dal Segretario del Commercio Wilbur Ross avrà un impatto su $5 miliardi di beni importati dal Canada.

Daniele Chicca 25 Aprile 201710:49

Saudi Aramco potrebbe essere valutata meno dei $2 mila miliardi citati dai funzionari sauditi. Lo riferisce il Wall Street Journal, secondo cui lo staff incaricato dell’Io non è stato ancora in grado di presentare un modello che raggiunga gli obiettivi di valutazione prefissati. Il valore si avvicinerebbe invece a 1.500 miliardi. Significa che la capitalizzazione del gigante del petrolio, che prepara lo sbarco in Borsa maggiore da diversi anni, sarà pari circa a quella di Amazon e Netflix messe insieme.

Daniele Chicca 25 Aprile 201710:57

L’indebolimento dello yen intanto ha favorito i gruppi esportatori giapponesi quotati in Borsa in un contesto di ritorno dell’appetito per i titoli rischiosi e di una vendita di beni rifugio (come l’oro e la divisa nipponica).

Daniele Chicca 25 Aprile 201712:19

Anche Wall Street dovrebbe aprire ben intonata, favorita sempre dal ritorno dell’appetito per il rischio sui mercati finanziari in seguito alla vittoria di Emmanuel Macron al primo turno delle elezioni presidenziali in Francia.

Daniele Chicca 25 Aprile 201713:12

L’andamento delle Borse europee al giro di boa è nella maggior parte dei casi positivo. In attesa del bazooka fiscale di Trump (domani) e della riunione della Bce (giovedì), i Buy sono sostenuti dalle trimestrali e dalle notizie di affari societari.

Daniele Chicca 25 Aprile 201713:22

Il titolo Volvo (+7,4%) viene sempre favorito da una trimestrale superiore alle attese, mentre Christian Dior balza del 12%, un nuovo record per le azioni. LVMH e il miliardario Bernard Arnault hanno annunciato un’operazione che punta a semplificare la catena di controllo, con l’acquisizione da parte della famiglia delle minorities della holding Christian Dior. Da parte sua LVMH guadagna il 4%, mentre Hermes, di cui possiede una quota, cede il 4,5%.

Daniele Chicca 25 Aprile 201713:23

Sempre sul fronte dei rialzi si mette in luce AMS, il cui titolo guadagna il 14,1% dopo che il produttore di chip ha riportato ricavi nel primo trimestre sopra le proprie stime e ha aggiunto che potrebbe alzare l’obiettivo di crescita di medio termine.

I risultati trimestrali pesano invece sulla società svedese del settore minerario Boliden, a -7,3%. In calo anche il titolo Whitbread (-7,4%), dopo che la società, proprietaria di Costa Coffee, ha annunciato i risultati fiscali e ha detto di aspettarsi un calo della fiducia dei consumatori il prossimo anno.

Daniele Chicca 25 Aprile 201713:24

Il titolo Volvo (+7,4%) viene sempre favorito da una trimestrale superiore alle attese, mentre Christian Dior balza del 12%, un nuovo record per le azioni. LVMH e il miliardario Bernard Arnault hanno annunciato un’operazione che punta a semplificare la catena di controllo, con l’acquisizione da parte della famiglia delle minorities della holding Christian Dior. Da parte sua LVMH guadagna il 4%, mentre Hermes, di cui possiede una quota, cede il 4,5%.

Daniele Chicca 25 Aprile 201713:24

Sempre sul fronte dei rialzi si mette in luce AMS, il cui titolo guadagna il 14,1% dopo che il produttore di chip ha riportato ricavi nel primo trimestre sopra le proprie stime e ha aggiunto che potrebbe alzare l’obiettivo di crescita di medio termine. Ams è un gruppo austriaco che fornisce semiconduttori a Samsung e Appel.

I risultati trimestrali pesano invece sulla società svedese del settore minerario Boliden, a -7,3%. In calo anche il titolo Whitbread (-7,4%), dopo che la società, proprietaria di Costa Coffee, ha annunciato i risultati fiscali e ha detto di aspettarsi un calo della fiducia dei consumatori il prossimo anno.

Daniele Chicca 25 Aprile 201713:26

A Piazza Affari i finanziari scontano qualche realizzo fisiologico dopo i forti rialzi della vigilia. Nel comparto si mette in evidenza Ubi Banca, avvantaggiata dall’avvio della copertura con un rating di Buy da parte di Ubs. Complessivamente in rialzo assicurazioni e risparmio gestito.

L’andamento poco intonato del greggio frena invece un po’ i petroliferi: caute Eni e Tenaris, tonica Saipem, oggetto di indiscrezioni di stampa sulla partecipazione, in tandem con Fs, a una gara per un maxi-contratto in Russia.

Atlanta, sempre al centro di indiscrezioni di stampa sull’offerta in cantiere per Abertis, risente del downgrade di Ubs. STM è invece molto richiesta, grazie all’innalzamento dell’outelook a medio termine dell’austriaca Ams, fornitore di Apple e Samsung.

Daniele Chicca 25 Aprile 201713:48

Dagli Usa arrivano notizie societarie importanti nella forma dei conti fiscali di due blue chip, Caterpillar e 3M. La prima ha chiuso il primo trimestre con un utile adjusted di $1,28 per azione (le stime erano per un risultato pari a 0,62 dollari. I ricavi si sono attestati a 9,8 miliardi contro i $9,36 miliardi stimati. Il titolo guadagna più del 5% nel pre-market.

Da parte sua 3M ha registrato utili pari a 2,61 dollari per azione nei primi tre mesi dell’anno, più dei 2,07 dollari previsti. Il fatturato è stato pari a $7,69 miliardi anche in questo caso un dato che ha fatto meglio delle previsioni ($7,50 miliardi).

Daniele Chicca 25 Aprile 201713:49

Dagli Usa arrivano notizie societarie importanti nella forma dei conti fiscali di due blue chip, Caterpillar e 3M. La prima ha chiuso il trimestre con un utile adjusted di $1,28 per azione (le stime erano ferme a 0,62 dollari). I ricavi si sono attestati a 9,8 miliardi contro i $9,36 miliardi stimati. Il titolo guadagna più del 5% nel pre-market.

Da parte sua 3M ha registrato utili pari a 2,61 dollari per azione nei primi tre mesi dell’anno, più dei 2,07 dollari previsti. Il fatturato è stato pari a $7,69 miliardi anche in questo caso un dato che ha fatto meglio delle previsioni ($7,50 miliardi).

Daniele Chicca 25 Aprile 201715:34

Apertura positiva per la maggior parte dei titoli e dei settori a Wall Street. L’indice dei tecnologici del Nasdaq ha superato quota 6 mila punti. Sul Dow Jones, in rialzo di oltre 150 punti, corrono Caterpillar, 3M e McDonald’s dopo conti trimestrali migliori delle attese. 

Daniele Chicca 25 Aprile 201716:12

La vendita di case nuove è andata meglio del previsto a marzo negli Stati Uniti: le unità abitative acquistate sono state del 5,8% superiori al mese precedente dopo la crescita del 6,1% registrata a febbraio. Sono buone notizie per il mercato immobiliare americano. Le attese erano per una variazione percentuale negativa dell’1,5% per le case nuove.

Daniele Chicca 25 Aprile 201716:15

La fiducia dei consumatori è scesa a quota 120,3 punti in aprile. Il calo è più pesante delle previsione ma il punteggio è comunque alto. Le attese erano per un risultato di 122,5 punti dopo il balzo in area 125,6 riscontrato a marzo, i massimi in diversi anni di tempo. Resta il fatto che il miglioramento dell’indice misurato dal Conference Board visto a inizio 2017 non si è tradotto in una crescita delle vendite al dettaglio.

Dopo la diffusione degli ultimi dati macro in Usa, il dollaro si è leggermente rafforzato sui mercati valutari.

Daniele Chicca 25 Aprile 201716:42

I rumor su un intervento di Mario Draghi alla riunione di giugno, quando la Bce riceverà nuove informazioni aggiornate sulle prospettive inflative in area euro, ha un impatto momentaneo sull’euro – sempre favorito dalla speranza di una vittoria di Emmanuel Macron al ballottaggio delle elezioni presidenziali francesi, ma gli sbalzi di prezzo sono al rialzo più che al ribasso. Le voci, anche se venissero confermate, lasciano comunque a Draghi la porta aperta per mantenere una stance accomodante nella riunione di giovedì, quando non dovrebbero essere annunciati cambiamenti al mega programma di acquisto di bond.

Dopo un momentaneo sbandamento, dovuto anche al rafforzamento del dollaro in seguito alla pubblicazione degli ultimi dati macro nel complesso positivi in Usa, l’euro è tornato a salire portandosi in area 1,0920 dollari. Secondo gli analisti tecnici la moneta unica ha spazio per rafforzarsi fino a 1,10 e oltre, prima di retrocedere nel caso in cui il governatore della Bce dovesse fare dichiarazioni da colomba.

Secondo Reuters, che cita fonti informate sui fatti, un cambiamento del linguaggio è possibile al meeting di giugno. Draghi e colleghi potrebbero decidere di rimuovere il riferimento ai “rischi prevalenti al ribasso” nell’outlook della Bce. Anche la parte in cui si fa cenno al possibile potenziamento del Quantitative Easing potrebbe essere eliminata dalla dichiarazione ufficiale. Una fonte ha detto che tutto dipenderà dai dati macro.

Forexlive Image View

Daniele Chicca 25 Aprile 201716:43

I rumor su un intervento di Mario Draghi alla riunione di giugno, quando la Bce riceverà nuove informazioni aggiornate sulle prospettive inflative in area euro, ha un impatto momentaneo sull’euro – sempre favorito dalla speranza di una vittoria di Emmanuel Macron al ballottaggio delle elezioni presidenziali francesi, con sbalzi di prezzo al rialzo. Le indiscrezioni, anche se venissero confermate, lasciano comunque a Draghi la porta aperta per mantenere una stance accomodante nella riunione di giovedì, quando non dovrebbero essere annunciati cambiamenti al mega programma di acquisto di bond.

Dopo un momentaneo sbandamento, dovuto anche al rafforzamento del dollaro in seguito alla pubblicazione degli ultimi dati macro nel complesso positivi in Usa, l’euro è tornato a salire portandosi in area 1,0920 dollari. Secondo gli analisti tecnici la moneta unica ha spazio per rafforzarsi fino a 1,10 e oltre nelle prossime ore, prima di retrocedere nel caso in cui il governatore della Bce dovesse fare dichiarazioni da colomba giovedì.

Secondo Reuters, che cita fonti informate sui fatti, un cambiamento del linguaggio è possibile al meeting di giugno. Draghi e colleghi potrebbero decidere di rimuovere il riferimento ai “rischi prevalenti al ribasso” nell’outlook della Bce. Anche la parte in cui si fa cenno al possibile potenziamento del Quantitative Easing potrebbe essere eliminata dalla dichiarazione ufficiale. Una fonte ha detto che tutto dipenderà dai dati macro.

Forexlive Image View

Daniele Chicca 25 Aprile 201716:51

I rumor su un intervento di Mario Draghi alla riunione di giugno, quando la Bce riceverà nuove informazioni aggiornate sulle prospettive inflative in area euro, hanno un impatto momentaneo sull’euro – sempre favorito dalla speranza di una vittoria di Emmanuel Macron al ballottaggio delle elezioni presidenziali francesi – con sbalzi di prezzo al rialzo. Le indiscrezioni, anche se venissero confermate, lasciano comunque a Draghi la porta aperta per mantenere una stance accomodante nella riunione di giovedì, quando non dovrebbero essere annunciati cambiamenti al mega programma di acquisto di bond.

Dopo un momentaneo sbandamento, dovuto anche al rafforzamento del dollaro in seguito alla pubblicazione degli ultimi dati macro nel complesso positivi in Usa, l’euro è tornato a salire portandosi in area 1,0920 dollari. Secondo gli analisti tecnici la moneta unica ha spazio per rafforzarsi fino a 1,10 e oltre nelle prossime ore, prima di retrocedere nel caso in cui il governatore della Bce dovesse fare dichiarazioni da colomba giovedì.

Secondo Reuters, che cita fonti informate sui fatti, un cambiamento del linguaggio è possibile al meeting di giugno. Draghi e colleghi potrebbero decidere di rimuovere il riferimento ai “rischi prevalenti al ribasso” nell’outlook della Bce. Anche la parte in cui si fa cenno al possibile potenziamento del Quantitative Easing potrebbe essere eliminata dalla dichiarazione ufficiale. Una fonte ha detto che tutto dipenderà dai dati macro.

Forexlive Image View

Daniele Chicca 25 Aprile 201717:27

Wall Street continua a guadagnare terreno con il Nasdaq saldamente sopra i 6 mila punti e i nuovi record assoluti, mentre il Dow Jones avanza di più di 200 punti.

Daniele Chicca 25 Aprile 201717:31

L’indice Ftse Mib, che aveva aperto le contrattazioni in calo stamattina, chiude con un rialzo superiore a mezzo punto percentuale attestandosi sopra i 20.800 punti. Aggiornato così il record da inizio 2016 toccato ieri. La Borsa milanese ha accelerato il passo dopo l’apertura positiva di Wall Street e il nuovo record messo a segno dal Nasdaq.

L’indice dei bancari italiani fa un balzo del 2,7%, nettamente meglio del computo del +0,9% del paniere europeo. Tra i singoli titoli, Banco BPM, Ubi Banca, aiutata anche dall’avvio di copertura con Buy da parte di Ubs, Saipem e STM hanno fatto registrare rialzi del 3-4%. In calo del 2,4-2,6% invece Snam e Atlantia.

Daniele Chicca 25 Aprile 201717:34

L’indice Ftse Mib, che aveva aperto le contrattazioni in calo stamattina, chiude con un rialzo superiore a mezzo punto percentuale attestandosi sopra i 20.800 punti. Aggiornato così il record da inizio 2016 toccato ieri. La Borsa milanese ha accelerato il passo dopo l’apertura positiva di Wall Street e il nuovo record messo a segno dal Nasdaq. Bene anche le altre Borse europee.

L’indice dei bancari italiani fa un balzo del 2,7%, nettamente meglio del computo del +0,9% del paniere europeo. Tra i singoli titoli, Banco BPM, Ubi Banca, aiutata anche dall’avvio di copertura con Buy da parte di Ubs, Saipem e STM hanno fatto registrare rialzi del 3-4%. In calo del 2,4-2,6% invece Snam e Atlantia.