MERCATI EMERGENTI: BUY SUI RENDIMENTI CORPORATE

9 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Batterymarch Financial Management, società del gruppo Legg Mason, ritiene che i rendimenti corporate dei mercati emergenti continueranno il trend rialzista anche nel 2010 e che, nonostante i mercati asiatici stiano vivendo una fase di sovraperformance e nello stesso tempo stiamo registrando delle correzioni significative, nel complesso questa asset class subirà un lieve perdita di valore.

Ray Prasad, di Batterymarch Financial Management, relativamente ai mercati azionari dell’area pacifico – asiatica, ha commentato: “Nel breve periodo, sembra che i mercati asiatici stiano entrando in una fase dove la sovraperformance potrebbe registrare uno spostamento settoriale, qualche volta in modo improvviso, con il potenziale per registrare di volta in volta correzioni significative all’interno dei settori. Ciò si potrebbe verificare manifestando nel complesso una lieve perdita di valore. Nel lungo periodo, la combinazione di valutazioni interessanti, prospettive di crescita superiori, solidi bilanci patrimoniali a livello statale, aziendale e familiare, ci spinge a essere fiduciosi nelle capacità dei mercati asiatici di assicurare buone performance”.

“Guardando avanti, ci aspettiamo che una larga parte della crescita mondiale sia guidata dall’Asia e dagli altri mercati emergenti. L’attività economica cinese, supportata da un miglioramento dell’economia statunitense, sarà la chiave per l’attuale contesto economico. Nel complesso, i mercati asiatici continuano ad offrire una crescita di rendimenti migliore del previsto e rispetto ai mercati sviluppati, come pure una solida redditività. Inoltre, le stime sui rendimenti si stanno rivalutando e sono in crescita in tutta l’Asia e risultano positive in tutta la regione dal momento che gli analisti prevedono una ripresa.”

Prosegue Ray Prasad sulle azioni dei mercati emergenti: “I driver macro economici e le dichiarazioni politiche stanno passando in secondo piano dato che gli investitori si focalizzano nuovamente sui fondamentali delle aziende e sulla selezione delle azioni. Società con un forte management e solidi bilanci patrimoniali trarranno beneficio dallo scoprire un ambiente in cui la fiducia dei consumatori aumenta, maggiore è la sicurezza occupazionale, dove si assiste ad una riduzione dei costi finanziari e in generale si assiste ad un aumento dell’attività economica.”

“I mercati emergenti offrono ancora una crescita dei rendimenti attesi migliore di quella dei mercati sviluppati, così come una migliore profittabilità. La revisione delle stime sugli utili sono in aumento in tutti i mercati emergenti. Il rimbalzo delle valute considerate interessanti, forti riserve in valuta estera e un forte consumo interno in molti mercati emergenti continua a fornire un contesto favorevole per i rendimenti corporate”.

Copyright © Batterymarch Financial Management per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da Batterymarch Financial Management, una società affiliata interamente posseduta da Legg Mason ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

###

Batterymarch è una società affiliata interamente posseduta da Legg Mason specializzata nel global equità con clienti istituzionali e subadvisory in Nord America, Europa e Asia. Pioniere negli investimenti quantitativi, Batterymarch è l’unico gestore di tipo quantitativo tra le società del gruppo Legg Mason. Al 30 settembre 2009 Batterymarch ha 20,4 miliardi di dollari di asset in gestione, inclusi 5,6 miliardi di dollari in asset sui mercati emergenti.

Legg Mason, Inc., con sede negli Stati Uniti a Baltimora, è uno dei maggiori gestori patrimoniali a livello mondiale con asset in gestione per 703 miliardi di dollari (al 30 settembre 2008). Con clienti in 180 paesi, Legg Mason è il nono asset manager a livello mondiale (fonte: Pensions & Investments, maggio 2008) . Le società affiliate di investimento, interamente possedute ma indipendenti a livello operativo, operano nei mercati azionari e in quelli a reddito fisso nei principali mercati mondiali. Collettivamente offrono un vasto ventaglio di stili di gestione degli investimenti.