Mercati: è la settimana della Fed e della Bank of Japan

19 Settembre 2016, di Laura Naka Antonelli

Mercati positivi dopo le forti vendite che hanno affossato il Ftse Mib di Piazza Affari, sulla scia del caso Deutsche Bank. La borsa di Milano continua a scontare l’elevata esposizione verso il settore delle banche, con Mps che inanella nuovi crolli, sulla scia delle incognite sul suo futuro. Riflettori accesi anche su Unicredit.

Leggi: Mps non è più una banca italiana. Aumento capitale, si valuta l’opzione greca.

Market nover di questa settimana saranno la riunione della Fed e della Bank of Japan. La Federal Reserve di Janet Yellen diramerà il suo verdetto nella giornata di mercoledì, così come la Banca centrale del Giappone. Quest’ultima potrebbe, secondo i recenti rumor, estendere il QE e portare i tassi in territorio ulteriormente negativo. Ma non tutti gli economisti sono sicuri sulla reale intenzione della Bank of Japan di rendere la propria politica monetaria ancora più accomodante.

È inoltre allarme volatilità sui mercati dopo il balzo dell’indice Vix nelle ultime due settimane, provocato dai timori che sia la Bce che la Bank of Japan possano essere riluttanti a inondare i mercati di nuova liquidità. Sul valutario, l’avvicinarsi dell’appuntamento con la riunione Fed mette il dollaro in difficoltà, mentre l’oro ne trae giovamento.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Laura Naka Antonelli 19 Settembre 20168:56

Andamento positivo per i futures europei.

Laura Naka Antonelli 19 Settembre 20168:59

Stefan Knirsch, responsabile sviluppo della divisione Audi del colosso Volkswagen, starebbe per essere sospeso per l’accusa di essere coinvolto nello scandalo emissioni che ha travolto Volkswagen esattamente un anno fa. E’ quanto riporta il quotidiano tedesco Bild am Sonntag, che precisa che dalle indagini emergerebbe che Knirsch era ben consapevole dell’utilizzo di strumenti ingannevoli, nel corso dei test sulle emissioni.  Dallo scandalo delle emissioni, esploso il 18 settembre del 2015, il titolo ha perso quasi il 30%. 

Laura Naka Antonelli 19 Settembre 20169:16

Avvio positivo per i principali indici azionari in Europa.

Laura Naka Antonelli 19 Settembre 201610:24

Mercati azionari europei positivi. A Piazza Affari, il Ftse Mib segna un rialzo superiore a +1%, attestandosi a 16.361,57 punti. Acquisti generalizzati su tutti i settori, dopo il tonfo di venerdì. Tra le banche Mps rimane tuttavia debole, segnando un rialzo di appena +0,25%. In rialzo Bper +1,89%, BPM +1,85%, BP +0,28%, Intesa SanPaolo +1,39%, molto bene FinceoBank con +2,56%, Unicredit +0,76%, Ubi Banca +0,37%. Tra i titoli di altri settori, giù Eni -0,93%, FCA +0,79%, Exor +1,36%, Buzzi Unicem +2,29%, Yoox Net A Porter +1,84% insieme ad altri titoli del lusso come Ferragamo +2,91%, Moncler +2,57%. Telecom Italia +0,48%.

Laura Naka Antonelli 19 Settembre 201610:32

Guardando ad altri mercati, lievi rialzi per l’obbligazionario europeo. Lo spread Italia Germania scende dell’1,45%, a 131,07 punti, a fronte di tassi sui BTP a 10 anni che scendono del 2% circa attestandosi all’1,30%.

Laura Naka Antonelli 19 Settembre 201611:36

In attesa delle decisioni che arriveranno dopodomani, mercoledì, dalla Bank of Japan e dalla Fed, sul forex il cambio euro-dollaro segna un lieve rialzo dello 0,12%, a $1,1168. Il dollaro scende dello 0,37% nei confronti dello yen, a JPY 101,91. Dollaro in flessione anche sulla sterlina, con il cambio GBP-USD +0,36%, a $1,3049. Lo yen si apprezza anche sull’euro, con il rapporto EUR-JPY -0,25%, a JPY 113,82. Euro-sterlina -0,27% a GBP 0,85. Euro-franco svizzero +0,12%, a CHF 1,0950.

Laura Naka Antonelli 19 Settembre 201611:48

Sul mercato delle materie prime, balzo per i prezzi del petrolio, con quelli scambiati a New York che salgono dell’1,46%, a $43,66 al barile, e quelli Brent che avanzano di +1,14%, a $46,29. Le quotazioni dell’oro avanzano dello 0,61%, a $1.318,20 l’oncia.

Daniele Chicca 19 Settembre 201613:16

Si prospetta un avvio positivo per l’azionario Usa nella settimana della Fed.

Laura Naka Antonelli 19 Settembre 201615:57

Sessione positiva per Wall Street, in attesa del verdetto della Fed che arriverà nella giornata di mercoledì.

Laura Naka Antonelli 19 Settembre 201615:58

Dopo quasi mezz’ora dall’inizio della seduta, il Dow Jones balza di 100 punti.

Laura Naka Antonelli 19 Settembre 201616:22

A Wall Street il Nasdaq Composite sale dello 0,55% a 5.273,34 punti; il Dow Jones havanza dello 0,62%, oltre 110 punti, a 18.238, lo S&P fa +0,62%, a 2.152,39. Un dato positivo oggi è arrivato dal fronte immobiliare Usa, più precisamente da quello dell’edilizia. L’indice stilato dalla National Association of Home Builders – che monitora la fiducia dei costruttori – che a settembre è balzato di sei punti, a 65 punti. E’ il valore record dall’ottobre del 2015, a sua volta il più alto dal picco del boom del mercato immobiliare.

Laura Naka Antonelli 19 Settembre 201616:43

A Piazza Affari, il Ftse Mib accelera al rialzo attestandosi a 16.441 punti, con un guadagno dell’1,54%.Acquisti generalizzati sull’azionario, con l’indice benchmark Stoxx Europe 600 che recupera terreno risalendo dal minimo delle ultime settimane. Ma il trend è negativo, nel 2016. Lo Stoxx 600 ha perso infatti dall’inizio del 2016 il 6,8%, e rimane molto indietro rispetto all’indice S&P 500 e all’MSCI Asia Pacific, che sono entrambi positivi. Come mostra il grafico di cui sotto, la differenza tra l’indice Stoxx Europe 600 e lo S&P 500 è arrivata ad allargarsi al massimo in nove mesi.

Laura Naka Antonelli 19 Settembre 201616:44

A Piazza Affari, tra le banche Mps rimane debole, segnando un calo dello 0,25%. In rialzo Bper +1,65%, BPM +1,01%, BP -1,31%, Intesa SanPaolo +2,58%, bene FinecoBank con +1,87, Unicredit +4,22%, debole Ubi Banca con -0,37%. Tra i titoli di altri settori, giù Eni -1,32%, FCA balza +3,25%, Unipol +2,91%, Exor +2,70%, Azimut +3,08%, Mediaset +3,32%, Buzzi Unicem +1,06%, Yoox Net A Porter +2,50% insieme ad altri titoli del lusso, come Ferragamo +2,33%, Moncler +2,90%. Acquisti anche Stm +2,55%, Tenaris +2,47%, debole Italcementi -0,19%

Daniele Chicca 19 Settembre 201617:12

La Bce sta sorprendendo i mercati con il ritmo elevato al quale sta acquistando bond societari. La settimana scorsa la banca centrale dell’area euro ha comprato corporate bond del valore di 2.657 miliardi di euro, l’11% in più rispetto alla settimana precedente.

Si tratta del livello più alto da quando all’inizio di giugno Mario Draghi ha potenziato il suo programma straordinario di Quantitative Easing includendo anche il debito aziendale.  Per ora la Bce ha comprato corporate bond per un valore complessivo di €25,6 miliardi.

Daniele Chicca 19 Settembre 201617:49

Piazza Affari termina le contrattazioni in rialzo, in linea con le altre borse europee. L’indice Ftse MIB termina la seduta in rialzo dell’1,3% circa, con il comparto bancario misto. Trainano Azimut, Yoox e Mediaset mentre sono in controtendenza Banco Popolare, Ubi Banca e Mps.

Daniele Chicca 19 Settembre 201617:50

Piazza Affari chiude in rialzo, in linea con le altre borse europee. L’indice Ftse MIB termina la seduta in rialzo dell’1,3% circa, con il comparto bancario misto. Trainano Azimut, Yoox e Mediaset mentre sono in controtendenza Banco Popolare, Ubi Banca e Mps.

Daniele Chicca 19 Settembre 201617:50

Le Borse europee terminano le contrattazioni in rialzo, dopo una giornata sempre sopra la parità, in attesa degli incontri della Fed e della BoJ che inizieranno domani. L’indice EuroStoxx50 termina la seduta in aumento dell’1,2% circa. Trainano fortemente i titoli del settore delle materie prime, petrolifero e automobilistico mentre sono in controtendenza Deutsche Bank, Adidas e Crh.

Daniele Chicca 19 Settembre 201617:50

In chiusura dei mercati europei il cambio euro dollaro quota $1,1178, mentre il contratto sul petrolio Wti guadagna il 2,4% a 44,06 dollari al barile.