MEF, novità per il fondo PMI

25 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Fondo Italiano di Investimento costituito dal Tesoro, la Cassa Depositi e Prestiti, l’ABI, la Confindustria e le principali banche italiane per sostenere i processi di patrimonializzazione delle piccole e medie imprese italiane fa un importante passo avanti. Il 24 agosto, si legge in una nota del MEF, la Banca d’Italia ha autorizzato la Società di Gestione e approvato il regolamento del Fondo. E’ stata così rispettata la tempistica annunciata il 18 marzo dal Ministro dell’economia e delle finanze nella conferenza stampa di presentazione tenutasi a Milano. Inoltre, si amplia la partecipazione del sistema bancario italiano. Oltre a Intesa SanPaolo, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena entrano nel Fondo un ampio gruppo di banche popolari per complessivi 200 milioni di euro, così suddivisi: 100 milioni da parte dell’Istituto Centrale delle Banche Popolari e 20 milioni ciascuno da parte del Credito Valtellinese, della Banca Popolare di Milano, della Banca Popolare dell’Emilia Romagna, di UBI e della Banca di Cividale. La dotazione del fondo sale così a 1,2 miliardi di euro.