Mediaset punta sulla Spagna e conferma buona crescita semestre

1 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Buone nuove sono giunte la scorsa notte da Mediaset, in occasione della presentazione del palinsesto autunnale, corredato da una cena di Gala e dalla presentazione degli obiettivi del gruppo. Relativamente ai risultati, il vicepresidente Piersilvio Berlusconi ha anticipato che la raccolta pubblicitaria nei sei mesi è cresciuta del 5%, confermando segnali di ripresa nel mercato pubblicitario. La seconda metà dell’anno sarà più difficile ma non avara di soddisfazioni. Il primo semestre – ha aggiunto il direttore finanziario, Marco Giordani – dovrebbe chiudere con una crescita dell’utile sostanzialmente in linea a quella del primo trimestre, quando era stata pari al 55%. Ma le aspirazioni del Biscione non si fermano qui. Mediaset parla sempre meglio lo spagnolo e conferma ancora una volta il suo interesse per il mercato iberico, dove conta di diventare il primo operatore televisivo. Dopo l’acqusizione di Cuatro, che ha fruttato l’acquisto di una quota in Digital Plus, le attività della Penisola Iberica diventano sempre più importanti. E’ per questo motivo che Berlusconi ha annunciato la nascita di un nuovo brand, la Mediaset Es, che andrà a racchiudere tutte le attività in quest’area. Relativamente a Digital Plus è comunque eslcuso nel breve un aumento della quota, che attualmente è pari al 22%. Un accenno è stato riservato anche all’acerrima nemica. Sky farà fatica senza la pubblicità su Canale 5, ha detto Berlusconi, di rimando alle polemiche avanzate dal numero uno della TV satellitare italiana, che ha deciso di non trasmettere sui canali del gruppo Mediaset gli spot della nuova campagna pubblicitaria. Intanto, in Borsa è una giornata “no” per Mediaset, che cede quasi il 3%, in scia con il trend fortemente negativo dei mercati.