Mea culpa di Marchionne: Fiat 500 lanciata troppo presto negli Usa

7 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – “Abbiamo lanciato la 500 troppo presto” negli Stati Uniti. Parla così nel corso di un’intervista rilasciata a Reuters Sergio Marchionne, amministratore delegato del gruppo Fiat. “Sarebbe stato meglio lanciare la Fiat 500 nel gennaio del 2012, invece che nel gennaio del 2011”, ha continuato, affermando comunque di essere “fiducioso sui numeri” dell’anno prossimo.

Questo, ha aggiunto, “è l’inizio del nostro rientro in Usa non solo con la Fiat 500, ma anche con l’Alfa Romeo”; quest’ultima dovrebbe infatti approdare sui mercati americani entro il 2013. Sul completamento dell’integrazione tra Fiat e Chrysler, questa non avverrà prima del 2013.

Nel corso di un’altra intervista rilasciata semptre a Reuters, Marchionne ha espresso la propria opinione sulla crisi europea, affermando di essere “cautamente ottimista” sulla possibilità che l’Ue adotti questa settimana misure che permetteranno all’euro di riacquistare la propria credibilità.

L’amministratore delegato di Fiat, senza fornire dettagli, ha detto di ritenere che “nell’arco dei prossimi 30-60 giorni potremmo rivedere l’euro riacquistare credibilità”.

GUARDA IL VIDEO SUL RIMPIANTO DI MARCHIONNE.